Sabato 3 Dicembre

Dal sogno Ibra alla triste realtà, Mancini: “forse costretti a fare cessioni importanti”

LaPresse/Spada

L’allenatore dell’Inter sogna l’arrivo di Ibrahimovic, ma la realtà svelata dallo stesso Mancini è un’altra e non farà felici i tifosi nerazzurri

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Attaccante completo, personalità straripante, mentalità vincente e nel bagaglio tanti anni di Serie A. L’identikit è perfetto per i sogni della nuova Inter, Zlatan Ibrahimovic il profilo che stuzzica Roberto Mancini: “Io non sono così convinto che possa lasciare il PSG. Non ho letto da nessuna parte che lui abbia detto questo. Penso che stia facendo benissimo e non credo che il PSG lo lascerà partire molto volentieri. In ogni caso è il profilo per tutte le squadre. Non esiste una squadra che non lo vorrebbe”. Sogni nerazzurri che potrebbero però doversi scontrare con la realtà, come lo stesso Mancini evidenzia in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Torino: “fair play finanziario? Per ripianare servirà del tempo. Non so se serviranno delle cessioni importanti, ma noi siamo l’Inter e dobbiamo migliorarci sempre. Vedremo poi in estate che cosa potremmo fare in questo senso”.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Mancini passa poi ad analizzare il momento che sta attraversando la sua Inter: “Tutte le squadre – le parole dell’allenatore nerazzurro riportate da TuttoMercatoWeb.com – hanno avuto momenti delicati. Noi ne abbiamo avuti troppi di seguito. A gennaio non siamo riusciti a chiudere le partite senza rischiare. Adesso era normale che saremmo tornati a fare bene, perché la squadra aveva dimostrato di stare bene Le ultime buone prestazioni ci hanno aiutato. Senza la sosta saremmo stati meglio, ma adesso non ce ne sono più. Dobbiamo continuare a far bene”.