Lunedi 5 Dicembre

Cessione Milan, il futuro è adesso: i cinesi alzano l’offerta, le ultimissime

Lapresse / Xinhua

Cessione Milan che entra nelle ore cruciali: i cinesi avrebbero aumentato l’offerta da presentare a Berlusconi, che adesso è davvero combattuto (ma sempre più attratto) sul futuro del club rossonero

LaPresse - Spada

LaPresse – Spada

Cessione Milan, ci siamo – Come si scriverà Milan in lingua cinese sarà forse una curiosità alla quale i tifosi rossoneri potranno rispondere al più presto e senza bisogno di affidarsi a Google traduttore. Perché, come riporta in esclusiva il Corriere dello Sport, la cordata di imprenditori cinesi capeggiata da Robin Li, sesto uomo più ricco al mondo, e affiancata da l’advisor italoamericano Sal Galatioto con la sua  GSP (Galatioto Sports Group) corre sempre più veloce per l’acquisizione della maggioranza del club rossonero. Secondo le notizie in possesso del quotidiano romano, i cinesi nel corso della conference call di ieri hanno concluso la due diligence, ovvero l’analisi dei conti, e avrebbero preparo il proprio piano d’investimento: toccherà adesso presentare l’offerta per l’acquisizione del 70% delle azioni del club rossonero.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

La Cina s’avvicina… – Che, riferisce il Corriere dello Sport, per provare a convincere anche un titubante Silvio Berlusconi (il nodo della questione è legato proprio alla volontà o meno dell’attuale numero uno di cedere la maggioranza del Milan per diventarne ‘solo’ Presidente onorario) è passata dai 650 milioni di euro iniziali ai 720 milioni attuali. A Silvio Berlusconi, come sempre, l’ultima parola ma dalle informazioni in possesso del Corriere dello Sport, filtra ottimismo per la conclusione positiva dell’affare e le parti sarebbero vicine a raggiungere una base d’intesa preliminare.