Giovedi 8 Dicembre

Cessione Milan, dai cinesi ultimatum a Berlusconi: le ultimissime

Jonathan Moscrop

Cessione Milan, trattativa che entra sempre più nella fase rovente: i cinesi fissano l’ultimatum a Berlusconi chiamato a fornire una risposta importante già in settimana

LaPresse - Spada

LaPresse – Spada

Cessione Milan, ultimatum a Berlusconi – Una settimana che potrebbe portare il Milan a parlare cinese. La cordata orientale guidata da Robin Li, sesto uomo più ricco al mondo con un capitale stimato da 14,1 miliardi di dollari, rappresentata dalla Galatioto Sports Group, inizia a mettere fretta al Presidente rossonero Silvio Berlusconi. Come riporta in esclusiva ‘La Repubblica’ in edicola stamane, la trattativa sotto l’aspetto tecnico-finanziario è praticamente conclusa: 700 milioni di euro per il 70% del Milan, con il restante 30% delle quote da incorporare entro un anno.

Fabio Cimaglia / LaPresse

Fabio Cimaglia / LaPresse

Ultimatum preciso – Tutto pronto dunque, ma i cinesi non hanno tempo da attendere: Silvio Berlusconi entro il 28 aprile, data del prossimo CDA rossonero, dovrà dire sì o no alla prosecuzione della trattativa, che gli orientali hanno già stabilito che dovrà durare al massimo entro il 10 giugno. E’ questo l’ultimatum presentato a Berlusconi, che sembra ancora titubante e vorrebbe, secondo quanto riportato sempre da Repubblica, evitare la cessione completa della società ai nuovi proprietari entro un anno. Ultimo colpo di coda prima del saluto finale? I tifosi del Milan attendono, sperando almeno fuori dal campo in una ritrovata chiarezza d’intenti.