Lunedi 5 Dicembre

Cessione Milan, Berlusconi shock: “vendo il club”. Ma i tempi si allungano…

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Cessione Milan sempre più in primo piano: il presidente del Milan Berlusconi ha aperto alla possibilità di cedere il club, ma slitta il patto d’esclusiva con i cinesi

Fabio Cimaglia / LaPresse

Fabio Cimaglia / LaPresse

Cessione Milan, nuova apertura – Una confessione che arriva direttamente dai salotti politici, negli ultimi anni quasi sempre portatori di verità di vicende rossonere. “Voglio vendere ma fare anche in modo che finisca in mani stabili e sicure. Se vendo quote del Milan – le parole di Silvio Berlusconi riportate nella tarda serata di ieri dall’agenzia AGI – e’ solo per far si’ che continui la sua storia gloriosa”. Apertura mai così netta verso l’addio del club, che in questi giorni è sotto il mirino di una cordata cinese capitanata da Robin Li, patrimonio complessivo personale stimato in 14,1 milioni di dollari che lo classificano al sesto posto degli uomini più ricchi al mondo, e affiancata dalla Galatatioto Sports Group.

Andrea Raso

Andrea Raso

Cessione Milan, Berlusconi prende tempo – 700 milioni di euro per il 70% delle quote e restante 30% da incorporare entro un anno, con l’ultimatum a Berlusconi di dare una risposta al prosieguo della trattativa entro lunedì prossimo. Secondo quanto riporta l’edizione odierna di Repubblica, però, il Presidente del Milan il presidente rossonero vorrebbe conservare la maggioranza delle quote e per questo la data del via libera al patto di esclusiva, preludio alla firma coi cinesi entro e non oltre il 10 giugno, sarebbe slittata. Ma la situazione è tutta in divenire. I tifosi del Milan attendo, speranzosi in una svolta.