Lunedi 5 Dicembre

Cessione Milan, Bellinazzo: “ecco perché l’identità dei cinesi non è stata svelata”

LaPresse - Spada

Cessione Milan, si cerca di capire chi c’è a capo della cordata cinese: l’esperto Marco Bellinazo spiega perché l’identità degli investitori è ancora segreta

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Cessione Milan, identità ‘nascoste’ – Un Milan pronto a parlare cinese. Secondo le indiscrezioni raccolte dal Corriere dello Sport la cessione del Milan alla cordata orientale è ormai cosa fatta, con Silvio Berlusconi che avrebbe dato l’ok definitivo per la cessione dell’intero pacchetto di maggioranza. Ma chi c’è dietro la cordata cinese? Due le piste al momento più accreditate: Robin li, sesto uomo più ricco al mondo secondo Forbes, e Jack Ma, fondatore del colosso dell’e-commerce Alibaba. Identità dell’azionista di maggioranza che ancora rimane un enigma, il perché di tutto questo prova a spiegarlo Marco Bellinazzo, giornalista economico de Il Sole 24 Ore’ e grande esperto di calcio e finanza.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Cessione Milan, il parere dell’esperto –Mi risulta che sono sorte alcune complicazioni assolutamente normali in questo tipo di trattative, sulle percentuali sul prezzo per acquisire tutto il pacchetto azionario e anche sul ruolo di Barbara Berlusconi. Ma sono questioni che si risolverebbero se Berlusconi decidesse di cedere. La Fininvest credo – le parole rilasciate da Bellinazzo a Radio 24 e riportate da MilanNews.it –  non abbia più dubbi, soprattutto dopo la cessione di Mediaset Premium, non ritiene più il mondo del calcio strategico. Berlusconi deve decidere di uscire nella maniera a lui più gradita. I nomi? Da Fininvest ci raccontano che c’è grandissima riservatezza sull’identità dei soggetti, si vuole evitare trappole di trattative mediatiche, gli acquirenti verranno resi noti solo quando ci sarà il via libera all’accordo. Ora si gioca sull’identikit, si è parlato di Jack Ma, di Alibaba, che sta aiutando il governo cinese per rivoluzionare il mondo del calcio. Non mi meraviglia che questi nomi vengano accostati al Milan.

Andrea Raso

Andrea Raso

Cessione Milan, altro possibile acquirente – “Se vogliamo fermarci a dati certi, l’offerta è per la maggioranza, di circa 600 milioni, Fininvest vuole vendere e Berlusconi deve decidere. I cinesi vorrebbero chiudere entro la fine della stagione, il momento è delicato ma la svolta deve ancora arrivare. Whampoa? Altro gruppo, sta gestendo la fusione tra 3 e Wind, si tratta di un altro gruppo industriale tra i più importanti a livello globale, dove si casca si casca bene. Sono gruppi – prosegue Bellinazzocon grandissima liquidità, ma anche qui non ci sono conferme. In questo momento non sappiamo con certezza chi ci sia dietro all’offerta, prima o poi qualcuno beccherà il nome giusto, al momento non ci sono riscontri dagli ambienti vicini alla trattativa”.