Venerdi 9 Dicembre

Carburanti tradizionali, possiamo veramente farne a meno ?

La recente notizia relativa all’intenzione dell’Olanda di abbandonare l’uso dei carburanti fossili per le auto a favore di una mobilità ecosostenibile impone una profonda riflessione

Negli ultimi stiamo assistendo ad un deciso sviluppo della mobilità ecosostenibile  grazie anche ad una presa i coscienza da parte dei cittadini nei confronti di questa importante tematica che riguarda la salute di tutti. Anche i Costruttori internazionali di automobili sembrano aver preso molto seriamente la questione, come sottolineato dal proliferare di vetture 100% elettriche nell’offerta proposta dalle varie Case.benzina

Un ulteriore spunto di riflessione arriva dalle recenti intenzioni del Governo olandese: i Paesi bassi hanno infatti inaugurato un iter legislativo che ha come obiettivo  il divieto di vendita di automobili alimentate a benzina o diesel entro il 2025. A questo punto diventa obbligatorio fare delle considerazioni in merito e domandarci se siamo davvero pronti ad abbandonare i carburanti tradizionali a favore di fonti energetiche alternative. Fino ad oggi, i combustibili fossili sono la principale fonte di energia utilizzata per i trasporti, ma anche per  la produzione industriale e i riscaldamenti, giusto per fare gli esempi più lampanti.

Detto questo, è chiaro che l’utilizzo di auto elettriche non eliminerebbe il problema della nostra dipendenza dal petrolio, ma offrirebbe innanzi tutto una decisa diminuzione dell’uso dell’ “oro nero”. Tra i vantaggi innegabili scaturiti da questa scelta ci sarebbe certamente  l’abbattimento della presenza delle polveri sottili altamente tossiche ed inquinanti che attanaglia le nostre città, a tutto vantaggio della salute dei cittadini.pozzi petrolio

Purtroppo però, per convertirsi totalmente ad una mobilità elettrica bisognerebbe superare alcuni grossi ostacoli. Innanzi tutto, per alimentare di energia tante auto elettriche bisognerebbe produrre molta più elettricità, cercando fonti alternative “green”, perché se si continuassero ad utilizzare fonti fossili  per produrla il problema della dipendenza potrebbe aumentare invece che diminuire. Un altro problema da affrontare è quello della scarsa diffusione di stazioni e punti di ricarica per le batterie dei veicoli elettrici: nelle città sono ancora pochissime le colonnine di ricarica, mentre sulla rete autostradale mancano totalmente. Ultimo, ma non meno importante, è la mentalità delle persone che risulta troppo abituata all’uso delle automobili tradizionali: la prima cosa cambiare è infatti il nostro atteggiamento verso la mobilità ecosostenibile che deve diventare un vero e proprio stile di vita se vogliamo veramente migliorare le nostre sorti e quelle dell’intero pianeta.