Domenica 11 Dicembre

Buffon, ballo Scudetto “Juventus, ecco i successi a cui sono più legato”

LaPresse/Alfredo Falcone

Le mani di Gigi Buffon sul quinto Scudetto consecutivo: il portiere della Juventus celebra l’ormai imminente conquista del titolo nazionale

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Buffon, mani sullo Scudetto – Il rigore parato al 90° a Kalinic, con tanto di respinta anche sul tap-in di Bernardeschi, consegna alla Juventus il quinto scudetto consecutivo. Per la matematica potrebbe essere solo questione di ore (dipende dal risultato di Roma-Napoli, in programma oggi alle 15), ma cambia poco perché il tricolore sarà comunque bianconero e ancora una volta sul titolo della Signora c’e’ la firma di Gigi Buffon e quel rigore respinto a Kalinic può diventarne il simbolo. “E’ stato un episodio simile a quello di due anni fa in casa del Genoa quando parai un rigore, vincemmo la partita e quasi lo Scudetto – ha spiegato Buffon ai microfoni di Premium Sport nel dopo-partita -. Mi fa felice quest’analogia, anche perché fa felice la nostra gente.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Buffon e uno Scudetto mai così bello – Il più bello di questi cinque scudetti? Il primo e quello di quest’anno perché quello di questa stagione sarebbe veramente pazzesco e incredibile. Questa quasi vittoria del campionato ha mostrato la forza tecnica e morale del gruppo, ha mostrato la voglia di non rassegnarsi e di stupire. Tutte queste sensazioni devi sentirle dentro di te e devi avere grande rispetto verso chi lavora con te. La scintilla nasce anche da alcuni episodi favorevoli come il gol all’ultimo secondo nel derby d’andata. Poi le vittorie ti portano a vedere possibili degli obiettivi che prima vedevi impensabili. Solo con un’impresa avremmo potuto continuare a vincere ma dovevamo avere l’umiltà di sporcarci le mani. Questo sarebbe il mio nono Scudetto più una vittoria della Serie B alla quale sono molto affezionato”.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Buffon e una Champions da conquistare – In questi giorni Allegri ha più volte insistito sul rimpianto Champions League, l’eliminazione agli ottavi e ai supplementari contro il Bayern Monaco, dopo la finale persa nella scorsa stagione con il Barcellona, sono ferite che bruciano ancora. Buffon la pensa così: “quest’anno è mancato un pochino di cinismo e mi riferisco alla partita di Siviglia dove abbiamo avuto un sacco di occasioni non sfruttate. Sono convinto che la rabbia per l’eliminazione di quest’anno ce la porteremo dentro nella prossima stagione e ci farà molto bene“.