Mercoledi 7 Dicembre

Brocchi prepara l’esordio a San Siro: “che emozione! Ecco cosa mi ha detto Berlusconi…”

LaPresse/Valerio Andreani

Cristian Brocchi si prepara ad affrontare il Carpi nell’esordio da allenatore a San Siro. Il nuovo tecnico del Milan svela la telefonata di Berlusconi e parla di un Balotelli ‘diverso’

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Brocchi, emozioni speciale – “L’emozione di San Siro e’ grande, per non dire grandissima. Un sogno che si avvera quello di entrare da allenatore a San Siro. E’ qualcosa di straordinario“. Cristian Brocchi non vede l’ora. Dopo l’esordio vincente di domenica a Marassi, ecco domani la prima alla Scala del calcio contro il Carpi. “Spero di trovare un pubblico che, nonostante le delusioni, abbia voglia di aiutare la squadra ad uscire da questo momento – l’auspicio espresso dal tecnico rossonero ai microfoni di Milan Channel – Dobbiamo essere soprattutto noi comunque ad aiutare i tifosi a riavvicinarsi a noi”. Contro la Samp si sono visti i primi sprazzi del Milan che vuole Brocchi. “Il tempo a disposizione ci deve bastare, per conoscere sempre qualcosa in piu’ di quello che chiedo. Avere a disposizione giocatori che mi mettono nelle condizioni di scegliere e’ uno dei miei obiettivi”.

LaPresse - Spada

LaPresse – Spada

La telefonata di Berlusconi – “Spero che continuino a dare questo, come stanno facendo da martedi’ scorso ad oggi. Voglio sentirmi triste se lascio qualcuno fuori, perche’ so che sta lavorando al meglio“. Per quanto riguarda la gara di domani, guai a sottovalutare gli uomini di Castori. “La problematica maggiore sara’ la fame del Carpi. Si stanno giocando la salvezza con voglia e maniacalita’ nel loro modo di giocare e sistema tattico. Nel nostro punto di vista dovremo avere la loro stessa voglia, per far emergere le nostre qualita’. Il Milan deve avere coraggio nel suo Dna. Domani dobbiamo affrontare la gara con la consapevolezza come protagonista assoluta, nessun alibi, l’unico pensiero deve essere quello di prepararsi ad una battaglia. Bisogna affrontare la gara con la mentalita’ vincente ed essere protagonisti”. Brocchi ha sentito Berlusconi dopo Genova, “era comunque soddisfatto della vittoria. Mi ha detto di continuare a lavorare con i miei pensieri e principi di calcio”.

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Applausi per Balo –  “Sul fatto che sia stato cosi’ a stretto contatto con il presidente non e’ realta’. A lui e’ piaciuto il percorso fatto, e non so nulla delle questioni societarie. Io non sono manager o direttore sportivo. L’unica cosa che posso dire e’ che il presidente ama il Milan in maniera esponenziale. Questo si vede nei suoi occhi e lui vuole sempre fare il bene del Milan”. Positiva l’impressione su Balotelli: “e’ diverso da quello che fa vedere all’esterno. Quando ti guarda negli occhi ha qualcosa di vero e profondo. Mi piacciono questo tipo di persone. Non tutti con le parole sono in grado di esprimere i loro sentimenti. Lui mi guarda e percepisco sensazioni positive”. Infine una battuta su Bacca, match-winner con la Samp: “e’ simpatico, mi fa ridere e scherza. Quando pero’ c’e’ da parlare seriamente lo fa. Ogni giocatore ha il suo io. Ognuno di loro ha delle caratteristiche proprie e sto cercando di conoscere l’ego di ognuno di loro per avere chiarezza nel quadro della situazione al momento della costruzione del gruppo”. (ITALPRESS).