Domenica 11 Dicembre

Boxe: tutto pronto per la sfida tra Luciano Randazzo e Renato De Donato al Principe di Milano

Luciano Randazzo: “sono determinato a diventare campione d’Italia. Al teatro Principe sarò nella tana del mio avversario, ma questo non mi fermerà”

Sabato 14 maggio, al teatro Principe di Milano Luciano Randazzo sfiderà Renato De Donato per il vacante titolo italiano dei pesi superleggeri di pugilato.

posterI due contendenti non potrebbero essere più diversi: De Donato ha sostenuto 19 incontri (16-3) ed è già stato campione d’Italia dei superleggeri, mentre Randazzo ha solo 11 match (7-2-2) nel suo record ed è la prima volta che tenta l’assalto al tricolore. De Donato ha 29 anni, Randazzo 23. De Donato è alto 179 cm, mentre Randazzo 168. Inoltre, si combatterà nella tana di De Donato che vive a Milano, è preparatore atletico del settore giovanile del Cus Milano Rugby ed ha sempre un gran numero di tifosi che lo incitano durante i combattimenti. Tutti questi fattori non giocano a favore di Luciano Randazzo, ma lui non si preoccupa. Anzi, è ottimista riguardo all’esito dell’incontro: “Sono al top, sia fisicamente che mentalmente. Mi alleno con il maestro Adriano Gadoni nella palestra Boxe Valenza ed abbiamo studiato la strategia giusta per battere De Donato. La differenza di altezza in favore di De Donato non mi preoccupa, quasi tutti i miei avversari erano più alti di me e li ho quasi sempre battuti. I due pareggi e le due sconfitte, secondo me, non rispecchiano l’andamento di quegli incontri. Non voglio entrare nello specifico perché sarebbe inutile fare polemiche, ma credo che dovrei avere qualche vittoria in più. Non mi preoccupa nemmeno combattere a casa di Renato, sono abituato al tifo avverso e poi questa volta mi porterò parecchi tifosi da Valenza e Alessandria. Al teatro Principe sentirete anche i cori in mio favore. La maggiore esperienza professionistica di Renato non significa che debba per forza vincere lui: è stato campione d’Italia per un anno (dal 22 giugno 2012 al 21 giugno 2013), si è già tolto le sue soddisfazioni, è meno motivato di me che non ho ancora vinto un titolo”.

ph Fabio Bozzani

ph Fabio Bozzani

Durante un’intervista a Radio Gold (ascoltabile sul sito radiogold.it), Luciano ha detto che l’incontro potrebbe anche terminare prima del limite. “Entrambi ci esponiamo, mi espongo io per entrare nella sua guardia, lui rischia per la mia irruenza. E’ tutto da vedere, ma spero, anzi voglio vincere io.” Eppure Randazzo non ha mai vinto prima del limite, mentre De Donato solo due volte. “Non significa nulla – spiega Luciano – perché ogni incontro ha la sua storia. Io sono preparato per fare tutte le dieci riprese, ma potrei anche vincere prima del limite. Voglio ringraziare Radio Gold che mi chiama sempre. Ad Alessandria e Valenza sono molto seguito dai media e li ringrazio, magari anche i media nazionali dimostrassero lo stesso interesse verso il nostro sport. Accetto sempre di parlare in radio anche per aumentare l’esposizione mediatica del pugilato.

foto di Luciano RandazzoNon a caso, l’idolo di Luciano è il pugile più mediatico della storia: Muhammad Ali. Sulla propria pagina Facebook, Randazzo ha postato anche una famosa frase di Ali: “Impossibile non è un dato di fatto, è un’opinione. Impossibile non è una regola, è una sfida.” E sull’immagine di apertura ha pubblicato la scritta “Never stop dreaming” (non smettere mai di sognare). Due segni della determinazione di Luciano Randazzo. Una determinazione che garantirà un bello spettacolo sabato 14 maggio, al teatro Principe. La sfida De Donato-Randazzo sarà trasmessa in diretta da Rai Sport 1, canale 57 del digitale terrestre. Sabato 14 maggio, saliranno sul ring del teatro Principe anche il peso medio Catalin Paraschiveanu (11-0), i pesi welter Maxim Prodan (5-0) e Lilian Vataman (0-1) e il peso massimo leggero Matteo Rondena (4-2). I nomi dei loro avversari saranno comunicati a breve. La manifestazione del 14 maggio offrirà anche un combattimento valido per il titolo italiano di kickboxing stile K-1: Manuel Alberti e Osvaldo Gagliardi si contenderanno il vacante titolo dei pesi leggeri sulla distanza di 3 riprese da 3 minuti ciascuna. Sempre sulla stessa distanza, altri due incontri di cui saranno protagonisti Angelo Mirno e Davide Saini: anche i nomi dei loro avversari saranno comunicati nei prossimi giorni. L’organizzazione degli incontri di kickboxing è stata affidata alla Kick and Punch Promotion di Angelo Valente.

Questa manifestazione è la prima organizzata dalla Principe Boxing Events in collaborazione con la FIKBMS (Federazione Italiana Kickboxing Muay Thai Savate Shoot Boxe).

I biglietti costano 35 Euro (parterre) e 28 Euro (balconata). Sono in vendita, a Milano, presso la Opi Gym (Corso di Porta Romana 116/A, telefono 02-89454029), il negozio Leone 1947 (Via Crema 11, telefono 02-58315791) e l’Heracles Gymnasium (Via Padova 21, telefono 02-39663948). A Fizzonasco di Pieve Emanuele, trovate i biglietti presso la palestra Kick and Punch (Via Sardegna 60, telefono 02- 90723329).