Sabato 10 Dicembre

Boxe, folle progetto dell’Isis: nel mirino Manny Pacquiao

LaPresse

Il presidente delle Filippine ha rivelato che l’Isis aveva in mente di rapire il famoso pugile Manny Pacquiao per chiedere la scarcerazione di alcuni prigionieri

pacquiaoAnche Manny Pacquiao nel mirino dell’Isis. Benigno Acquino, presidente delle Filippine, ha rivelato che i militanti di Abu Sayyaf, uno dei diversi gruppi paramilitari separatisti islamici, progettava di rapire il pugile o uno dei suoi figli per ricattare il governo e ottenere il rilascio di alcuni prigionieri. Sotto minaccia anche lo stesso Acquino e i suoi familiari. “Sono sorpreso, tutti i filippini sono miei amici e i musulmani mi piacciono“, il commento di Pacquiao, secondo il quale però “sarebbe stato meglio tenere questa notizia segreta“. Il pugile, intanto, ha già provveduto a predisporre nuove misure di sicurezza per sè e i suoi familiari. (ITALPRESS)