Sabato 3 Dicembre

Beach Volley: Ranghieri Carambula trionfano al Qatar Open 2016

Bellissimo successo per Ranghieri e Carambula al Qatar Open 2016

Il World Tour parla di nuovo azzurro grazie trionfo di Alex Ranghieri e Adrian Carambula, vincitori del Qatar Open 2016. La coppia guidata da Paulao si è imposta in finale contro gli austriaci Huber-Seidl 2-0 (21-17, 21-19), al termine di un torneo perfetto. Alex e Adrian infatti hanno chiuso la competizione con un bilancio di sette vittorie e zero sconfitte, mettendo in mostra un beach volley di altissimo livello.

ranghieri carambulaIl successo porta in dote ben 500 punti che permetteranno alla coppia italiana di migliorare l’attuale 11esima posizione nelle classifica delle formazioni in lizza per la qualificazione olimpica. Con il primo posto nel Qatar Open salgono a due le vittorie nel World Tour di Ranghieri-Carambula, che nella passata stagione (la prima assieme) si erano imposti nell’Open di Antalya.

In finale contro gli austriaci la squadra azzurra ha sofferto nelle primissime fasi, ma poi trovate le giuste contromisure ha prima raggiunto e poi superato gli avversari, facendo la differenza soprattutto in difesa.

Terminato il torneo in Qatar, la formazione italiana si trasferirà in Cina al Xiamen Open in programma dal 12 al 16 aprile.

ranghieri-carambula-640x360Siamo molto felici per questo successo, arrivato alla fine di un torneo nel quale abbiamo giocato al massimo ogni partita, riuscendo allo stesso tempo sempre a divertirci. I 500 punti conquistati sono davvero molto importanti per la qualificazione olimpica, dobbiamo continuare su questa strada”, ha dichiarato Alex Ranghieri. “Questa è una grande vittoria, siamo molto soddisfatti di quello che abbiamo fatto. Il primo posto in chiave qualificazione olimpica è davvero importante. Voglio ringraziare tutti i nostri sostenitori e soprattutto il nostro staff perché il loro supporto è sempre fondamentale. Adesso ci aspetta la Cina dove vogliamo fare bene, per poi presentarci al meglio nelle tappe europee”, ha continuati Adrian Carambula.