Domenica 11 Dicembre

Basket: l’Italia a rischio preolimpico? La riposta di Malagò

LaPresse/Reuters

Giovanni Malagò rassicura tutti: nessun rischio esclusione per la Nazionale italiana di pallacanestro dai tornei internazionali

Se l’Italia del basket rischia l’esclusione dai tornei internazionali e in particolare dal preolimpico? Mi sento di dire che questo rischio non c’e’. Dovete chiedere alla Federazione internazionale se questo rischio c’e’ per qualche altro paese, ma per quanto riguarda noi non credo si possa arrivare a questo tipo di scelte in un tempo cosi’ breve, anche se non sta a me stabilirlo“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Queste le parole del presidente del Coni Giovanni Malagò al termine dell’incontro andato in scena stamattina a Roma con il segretario generale della Federazione internazionale basket (Fiba) Patrick Baumann e il presidente della Federazione italiana pallacanestro (Fip) Gianni Petrucci. Coni, Fiba e Fip si sono confrontate dopo la spaccatura tra la Federazione italiana e la Lega causata anche dalla scelta di tre club (Trento, Reggio Emilia e Sassari) di continuare a giocare nell’Eurocup e non nelle nuove competizioni continentali che dalla prossima stagione saranno organizzate dalla federazione internazionale. “E’ un problema che tutti quanti avremmo voluto evitare, a cominciare dalle tre societa’ coinvolte – ha aggiunto Malago’ al termine dell’incontro – Tendo una mano a questi club, spero possano tornare indietro nella loro decisione. E sono ottimista. Non biasimo nessuno, ma probabilmente loro stessi in quel momento non avevano valutato la tempesta che sarebbe nata. E lo dico con affetto nei loro confronti“.

LaPresse/Luca Prizia

LaPresse/Luca Prizia

Per il presidente del Coni è importante che “a prevalere sia il merito sportivo. Intendo dire che chi vince deve giocare una competizione più importante. La situazione di Milano? Visto quanto fatto negli ultimi anni, può essere un discorso giusto ma in generale un club non può avere il vantaggio di partecipare a una competizione continentale per diritti acquisiti e geneticamente nati in un’altra era, altrimenti frana tutto quanto costruito. E’ un discorso che riguarda la pallacanestro, ma anche il calcio, il tennis, la pallanuoto, la pallavolo e tutti gli sport di squadra. Guardate cosa sta succedendo nel calcio: il Sassuolo è a un punto dal Milan e potrebbe giocare le coppe europee al posto della società più titolata al mondo o quasi. Ma questo è il bello dello sport“. (ITALPRESS).