Mercoledi 7 Dicembre

Artistic Shoes, più di un paio di scarpe: un’opera d’arte

Quando una scarpa si trasforma in opera d’arte

Esistono dei momenti in cui qualcosa che prima era soltanto “una scarpa” diventa un’opera d’arte degna di figurare in un museo d’arte moderna. Sono i momenti in cui il concetto di scarpa si trasforma prima in “scarpa da ginnastica”, quindi in “scarpa da basket”, per poi spiccare il volo e portare la concezione abitudinaria di “basketball shoes” ad altezze vertiginose, mai raggiunte prima. Ognuno di noi avrà ben chiaro in testa il suo paio di scarpe da basket preferito: la scelta può dipendere da infiniti motivazioni. Le nostre 3 preferenze sono quelle che seguono.

Ecco il nostro podio:

Nike Air MagAl terzo posto ci sono le Nike Air Mag. Più che una scarpa da basket è la scarpa che potrebbe far volare, nel vero senso della parola. Esteticamente accattivante, collegata al film Ritorno al Futuro, una coppia di Air Mag “solleva letteralmente da terra!Luci, sospensioni, e complesse istruzioni per l’uso, ne fanno le vere scarpe del futuro prossimo venturo.

Adidas The Kobe 2Al secondo posto ecco salire sul podio le Adidas The Kobe 2: sembrano delle auto appena uscite dalla fabbrica del domani. La Kobe 2 ha linee automobilistiche, da carrozzeria futuristica, bolide da bolidismo sfaccettato, da indossare con cautela. The Kobe 2 si calzano, poi si gira la chiave nel cruscotto del cervello, e si parte per un viaggio che va ben al di là del basket.

Nike Air Flightposite, Metallic GoldE adesso è il turno della scarpa vincitrice: Nike Air Flightposite, Metallic Gold. Una scultura. Un quadro. Un’opera d’arte. Da esporre: in casa, in ufficio, in negozio. Non è scarpa da indossare. Peccato mortale. Questa scarpa è un piacere per l’occhio e per la mente. Abbinata suprema di colore e forme. Passo avveniristico. Quadro epocale. Scultura storica. Pezzo senza prezzo.