Giovedi 8 Dicembre

Allegri, la Juventus e il rinnovo che non c’è: le verità bianconere

LaPresse/ Fabio Ferrari

Massimiliano Allegri prova a tranquillizzare i tifosi della Juventus sul futuro, ma la firma ancora non c’è. E chi lo conosce bene…

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

“La firma sul contratto è solo questione di incontrarci e parlare senza alcun problema, non aspetto di sicuro il Real Madrid perché alla Juve sto bene”, il leitmotiv di Massimiliano Allegri si ripete ormai da settimane. Ultima puntata quest’oggi in conferenza stampa alla vigila della sfida contro il Milan. La firma sul rinnovo di contratto doveva arrivare già da tempo, ma le scadenze sono ripetutamente saltate: annuncio atteso prima del doppio confronto il Bayern Monaco, poi subito dopo l’eliminazione dalla Champions. Tutto fatto dicono da Vinovo, già, ma la firma non c’è. E al momento, non sembra essere attesa a breve. Nubi Real sul futuro bianconero di Massimiliano Allegri? Lui pubblicamente smentisce, ma chi lo conosce bene ha più volte fatto notare come l’allenatore toscano provi a glissare sistematicamente sulla sua permanenza in bianconero. Cosa mai fatta in passato, né ai tempi del Cagliari né al Milan. “Partita speciale contro i rossoneri? Sono stato tre anni e mezzo lì, si tratta di rapporti personali oltre che professionali. Stessa cosa varrà per la Juve, quando andrò via”, altre parole enigmatiche da parte di Allegri. Che al momento sembra solo concentrato sul presente. Per il futuro la sensazione è che abbia più di un dubbio da sciogliere.