Venerdi 9 Dicembre

Alfa Romeo in Formula Uno, un sogno possibile ?

Negli ultimi giorni si è tornato a parlare di un eventuale ritorno di Alfa Romeo in Formula 1, cerchiamo di capire insieme se si tratta di un’operazione realizzabile

Negli ultimi giorni si è ritornati a discutere su un possibile ritorno di Alfa Romeo in Formula Uno: solo poche settimane fa, questa opzione sembrava essere stata scartata in modo categorico dal CEO di FCA (Fiat-Chrysler), Sergio Marchionne, mentre nel corso dell’ultimo Gran Premio di F1 svoltosi in Cina lo scorso weekend,  il manager italo-americano pare abbia cambiato totalmente idea su questa delicata questione.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

A questo punto è lecito chiedersi quali sono le motivazioni che hanno spinto Marchionne a fare marcia indietro e a dichiarare ai microfoni de “LA Stampa” che:  “Si ci stiamo lavorando (riferendosi al ritorno della Casa del Biscione in F1).  Alfa è un marchio importante, più di tanti altri. E poi ha dei cugini importanti”.

Marchionne ha capito che il ritorno di Alfa Romeo nella massima Formula potrebbe essere un’ottima trovata pubblicitaria e di marketing capace di aumentare la visibilità del marchio in tutto il mondo, soprattutto in un momento particolarmente delicato per la Casa di Arese, impegnata  in un agognato rilancio con il debutto di numerosi modelli, primi fra tutti Giulia e il SUV Stelvio.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Recentemente  si sono inoltre aperte due interessanti strade che potrebbero portare Alfa in Formula Uno: la prima – più ambiziosa e difficile – sarebbe quella di rilevare la Sauber che attualmente si trova in forti difficoltà economiche. In questo caso, il Costruttore milanese potrebbe sfruttare tecnologia e logistica della scuderia svizzera, mentre i propulsori arriverebbero direttamente da Maranello. Questa opzione renderebbe la Alfa Romeo una sorta di scuderia “satellite” della Ferrari, proprio come succede tra la Toro Rosso e la Red Bull.

Lapresse/EFE

Lapresse/EFE

La seconda opzione, certamente meno impegnativa, sarebbe di consolidare la partnership con il team americano Haas,   fornendo le attuali power unit  Ferrari ribattezzate Alfa Romeo. Quest’ultima possibilità sarebbe in realtà più una specie di “sponsorizzazione” del nome Alfa Romeo,  considerando la volontà di dar visibilità alla Casa del Biscione sul mercato nord americano, terra natia del team Haas.  Qualsiasi sia la scelta dei vertici FCA, il ritorno di Alfa Romeo in Formula Uno sembra si stia trasformando da un fantastico sogno ad una realtà. Staremo a vedere.