Lunedi 5 Dicembre

A tutto Prandelli: “Napoli? Con l’Udinese situazione ‘strana’. Totti-Spalletti? Triste”

LaPresse/Valter Parisotto

L’ex Commissario Tecnico della Nazionale azzurra Cesare Prandelli torna a parlare della corsa Scudetto del Napoli e commenta il caso Totti-Spalletti

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Prandelli-Napoli, cerchio che fatica a chiudersi – “Cerchiamo di trovare degli spazi per non pensare al lavoro e fortunatamente ho anche altri interessi, pero’ ho voglia di ricominciare ad allenare”. Cesare Prandelli, ospite di Radio Crc nel corso di “Si Gonfia la Rete“, confessa di voler tornare presto in panchina e intanto continua a osservare il calcio dall’esterno. A partire dal campionato. “Dobbiamo dire tutti grazie al Napoli che ci ha fatto sognare e gioire. Quando ci sono squadre che lottano per un grande obiettivo e rimangono appaiate per mesi e mesi e’ meraviglioso per questo sport e ci auguriamo che l’anno prossimo ci saranno anche altre squadre a lottare in vetta. Questo campionato e’ ancora tutto da giocare, ma il Napoli credo che a Udine abbia compromesso un po’ la stagione, c’era una situazione strana, ho visto la squadra nervosa“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Episodio decisivo – “Non so cosa sia successo pero’ ho visto la partita e il Napoli in quella gara e’ stato davvero troppo nervoso. Cosa ha in piu’ la Juventus? L’abitudine a rimanere per tanti mesi in vetta ed essere costretto ogni domenica a dare una risposta importante. Dall’inizio i tifosi del Napoli hanno sognato e questa responsabilita’ forse ha logorato. O forse no, forse solo una partita ha compromesso la stagione“. Tutt’altro che sorpreso da Gabbiadini (“Posso solo dire che lo feci esordire qualche anno fa in Nazionale per cui ho sempre visto in lui un grande potenziale”), sulla querelle Spalletti-Totti, Prandelli commenta: “e’ triste vedere queste cose quando vorremmo solo esaltare i 30 anni della carriera di Totti. C’e’ da portare rispetto ad un professionista come Totti e ad un altro come Spalletti”. (ITALPRESS).