Domenica 11 Dicembre

Under21, vittoria e sudore: Cerri piega Andorra e fa sorridere l’Italia

LaPresse/Spada

Contro un avversario modesto, l’Under 21 sblocca il risultato solo all’80° minuto grazie al primo gol in azzurro di Alberto Cerri

Un primo tempo difficile e le parate del portiere Silverio non fermano la corsa dell’Under 21 azzurra nelle qualificazioni verso gli Europei di categoria. Ad Andorra la nazionale di Luigi Di Biagio impiega 79 minuti per trovare il gol della vittoria firmato dall’attaccante del Cagliari Alberto Cerri.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Tre punti importanti verso il torneo in programma nel giugno del 2017 in Polonia: gli azzurri rafforzano il primato nel gruppo 2 con 19 punti, quattro più della Slovenia e sei della Serbia che però ha disputato una partita in meno. Mantenere la testa della classifica sarà fondamentale perchè solo la prima classificata volerà direttamente agli Europei, mentre le quattro migliori seconde dei nove gironi si giocheranno gli ultimi due posti a disposizione nei playoff. Nello stadio di Andorra la Vella, l’Italia ha faticato oltremodo, soprattutto nel primo tempo. Monachello e Rosseti si muovono poco e male in avanti, Mandragora e Mazzitelli non riescono a far girare la squadra e Benassi per una volta è spento. I tentativi di Rosseti e Masina poco dopo la mezz’ora non spaventano affatto il portiere dell’Andorra Silverio, che gestisce le offensive azzurre senza patemi.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Nella ripresa l’Italia prova finalmente a cambiare marcia. Il migliore in campo è senza dubbio l’attaccante del Sassuolo Domenico Berardi, che parte della fascia destra e mette in costante difficoltà la difesa avversaria. Di Biagio inserisce Garritano per lo spento Monachello, Mandragora costringe Silverio a un difficile intervento con un potente tiro dalla distanza. Prima di rovinare tutto, il portiere della squadra di casa compie un altro grande intervento fermando Garritano liberato da Cerri davanti alla porta: sul corner successivo, però, Silverio sbaglia l’uscita e Cerri ne approfitta facendo finalmente esultare l’Italia. Prima del fischio finale Garritano si divora un altro gol, colpendo il numero uno avversario da pochi passi. Ma per l’Italia ormai è fatta. Di Biagio può sorridere e preparare con calma la prossima, decisiva partita casalinga contro la Serbia, in programma il 2 settembre. (ITALPRESS).