Mercoledi 7 Dicembre

Una piazza dedicata a Borgonovo: Como ricorda il suo campione

Fabio Ferrari

La città di Como ricorda Stefano Borgonovo, icona della lotta alla SLA, dedicandogli una piazza antistante lo stadio Sinigaglia

Un ricordo sempre più vivo, nonostante il tempo scorra via veloce e inesorabile. Stefano Borgonovo ha rappresentato qualcosa in più di un semplice giocatore, il suo coraggio è divenuto il simbolo della lotta alla SLA. ‘La stronza’, come la chiamava lui. Ieri Como, la sua città, ha voluto dedicare una piazza proprio a lui, a quel campione sempre nei cuori di tutti noi: “Nel giorno del suo 52/o compleanno gli sarà intitolato il piazzale antistante lo stadio Sinigaglia, davanti a quello che era l’ingresso principale alle tribune”, si legge in una nota Ansa. “Io e i miei familiari apprezziamo enormemente la scelta fatta dalla città di dare questo tributo a Stefano – ha affermato la vedova Chantal – lui è arrivato qui a 7 anni, è cresciuto qui, da qui è volato e qui ha voluto tornare a fine carriera ad allenare i ragazzi: è sempre stato legato a Como e il fatto che la città lo abbia voluto ricambiare così è un grande regalo per noi”.

 Un gesto, quello di intitolare la piazza a Borgonovo, molto apprezzato anche dal Presidente della FIGC Carlo Tavecchio: “E’ un omaggio doveroso ad un protagonista del calcio italiano, dopo essere stato colpito dalla malattia, ha dimostrato un’incredibile forza di carattere. Ho avuto la fortuna di conoscerlo personalmente, il suo sorriso e la sua tenacia devono essere d’esempio per tutti e oggi è giusto che venga ricordato per quello che ha fatto dentro e fuori dal campo”.