Giovedi 8 Dicembre

“Totti è Dio”, l’elogio senza fine per il capitano della Roma

LaPresse/Reuters

Dopo la standing ovation del Santiago Bernabeu al momento del suo ingresso in campo, per Totti arrivano le parole di Manolas: “E’ un Dio”

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Il Bernabeu che trattiene il fiato e poi si alza in piedi e applaude a scena aperta. Il minuto 73 di Real Madrid-Roma è di quelli destinati a rimanere impressi in eterno: Francesco Totti entra in campo, il pubblico de Santiago Bernabeu gli riserva una standing ovation da brividi. “Come sappiamo Totti è come un Dio, è il giocatore più importante di tutti in Italia, non mi stupisce l’ovazione”, le parole a fine gara di Kostas Manolas, difensore greco della Roma. Ai microfoni di RomaTv, televisione ufficiale del club, Manolas analizza la sconfitta con il Real e la conseguente eliminazione dalla Champions League: “Dobbiamo essere più convinti perchè se hai paura contro il Real Madrid è sicuro che perdi. Abbiamo dimostrato che possiamo vincere con tutte le squadre, abbiamo creato tante occasioni e sfortunatamente non abbiamo messo il gol e l’hanno fatto loro. Quando perdi non c’è partita bella, sei sempre arrabbiato. Non siamo una piccola squadra ma la Roma.