Sabato 3 Dicembre

Tony Cairoli in esclusiva a Sport Fair: “che sfortuna in Thailandia, sognavo il podio. Febvre? Resta il favorito”

Juan Pablo Acevedo/Red Bull Content Pool

L’otto volte campione del mondo di MXGP racconta a Sport Fair le sue impressioni dopo i primi due Gp di questa stagione

Mano ferma e decisa pronta a dare gas, cuore in gola che pulsa all’impazzata e adrenalina che schizza alle stelle oltre ogni limite di guardia. Quando Tony Cairoli sale in sella alla sua KTM regala sempre emozioni, tra derapate e sorpassi lo spettacolo è assicurato.
Juan Pablo Acevedo/Red Bull Content Pool

Juan Pablo Acevedo/Red Bull Content Pool

Otto volte campione del mondo di MXGP con un sogno nel cassetto, conquistare il ‘Nono’ per entrare sempre più nella storia di questo affascinante sport. L’infortunio di qualche settimana fa sembra quasi smaltito, le prime due gare del nuovo Mondiale hanno restituito forza e vigore a Tony Cairoli che, tuttavia, ha dovuto fare i conti anche con la sfortuna. “Le prime impressioni dopo le gare in Qatar e Thailandia sono buone” commenta il campione siciliano in esclusiva ai microfoni di Sport Fair. “Tuttavia c’è ancora molto lavoro da fare prima di ritrovare la forma ideale. Le prime due gare sono andate comunque meglio del previsto e ogni volta che scendo in pista mi sento più a mio agio. Peccato per la seconda manche della Thailandia, se non mi si fosse spenta la moto magari sarebbe arrivato il primo podio stagionale”.

Juan Pablo Acevedo/Red Bull Content Pool

Juan Pablo Acevedo/Red Bull Content Pool

L’infortunio patito durante gli allenamenti pre-stagionali ha condizionato le prime due gare di Tony Cairoli che, tuttavia, sembra aver superato il periodo critico: “il recupero procede abbastanza bene, è un lavoro lento che bisogna affrontare con pazienza ma i risultati cominciano a vedersi. Spero di tornare presto quello di prima ma il ritardo nella preparazione è ancora importante, in Qatar sono arrivato appena al 50%, ora mi sento meglio e spero che dalla gara di Valkenswaard le cose vadano ancora meglio. La sorpresa di questo inizio di stagione è senza dubbio Tim Gajser, riuscito a conquistare, da rookie, sia Gara1 che Gara2 nel Gp del Qatar, Tony Cairoli, però, non pare affatto colpito dall’exploit del giovane pilota della Honda: “non sono sorpreso, Tim ha fatto un grande mondiale l’anno scorso, è un campione del mondo ed è abituato da tempo ad allenarsi con la 450, quindi nessuna sorpresa”.

febvre1L’obiettivo del campione siciliano rimane la vittoria del titolo mondiale, ma non sarà facile contro un Febvre in grande forma: “per me è lui che parte da favorito, anche perché è il campione in carica, guida sempre molto velocemente e darà del filo da torcere a tutti, lo dimostra la sua tabella rossa dopo due gare”. Situazione difficile, avversari tosti e risultati che stentano ad arrivare? Niente paura, mano sull’acceleratore e via a tutto gas, il vero Tony Cairoli sta per decollare!