Lunedi 5 Dicembre

Tirreno-Adriatico 2016, quinta tappa annullata: la richiesta del team Astana

LaPresse/Reuters

Il team Astana apprezza la decisione degli organizzatori della Tirreno-Adriatico 2016 ma chiede un cambiamento nella tappa di lunedì

Di questa sera la decisione degli organizzatori della Tirreno-Adriatico 2016 di annullare la quinta tappa, prevista per domani, domenica 13 dicembre, che avrebbe portato i ciclisti da Foligno a Monte San Vicino. La decisione è stata presa a causa delle previsioni meteo, che non promettono nulla di buono. Dispiaciuti molti corridori di non poter correre l’appassionante tappa di domani, con arrivo in salita.

Lapresse / MAXPPP

Lapresse / MAXPPP

Tra questi c’è Vincenzo Nibali, che twitta così dopo esser venuto a conoscenza dell’annullamento della tappa: “sono amareggiato per l’annullamento della tappa alla Tirreno-Adriatico. Puntavo al tris, sarà per un’altra volta…“. Se lo “Squalo dello stretto” si limita ad esprimere il suo dispiacere, c’è chi invece propone dei cambiamenti per le tappe successive. Stiamo parlando di Alexandr Vinokourov, che chiede agli organizzatori di cambiare l’arrivo della tappa del lunedì con un arrivo in salita.

vinokourovApprezziamo l’attenzione degli organizzatori della Tirreno-Adriatico per garantire la salute e la sicurezza dei corridori. In ragione del fatto che non c’è un percorso alternativo per la tappa di domani, chiediamo, almeno, di cambiare l’arrivo di tappa di lunedi con un arrivo in salita. Questa richiesta è quella di dare a tutti i corridori che partecipano alla gara una reale possibilità di lottare per la vittoria finale”, ha spiegato il general manager del team Astana. “Faccio questa richiesta direttamente al direttore di gara, Mauro Vegni, perché penso che sia una richiesta ragionevole per non vanificare gli sforzi che tutti i campioni hanno fatto per preparare questa gara“, ha concluso Vinokourov.