Giovedi 8 Dicembre

Tennis, Seppi esalta l’Italia: “gruppo solido, non dimentichiamo la semifinale di due anni fa”

LaPresse/Reuters

Oggi al via la sfida contro la Svizzera, valida per il primo turno di Coppa Davis: assenti Fognini per l’Italia e Federer per gli elvetici

L’attesa è finita, oggi la Nazionale azzurra di tennis sarà impegnata nel primo turno di Coppa Davis affrontando a Pesaro la Svizzera sulla terra rossa indoor dell’Adriatic Arena.

Zuma press/LaPresse

Zuma press/LaPresse

Tra le fila azzurre non ci sarà Fabio Fognini, alle prese con un infortunio ai muscoli addominali, mentre la Svizzera non se la passa meglio visto che dovrà fare a meno di Roger Federer, operatosi al menisco, e di Stan Wawrinka. “Sappiamo che la Davis è una competizione a parte – commenta Andreas Seppi alla Gazzetta dello Sportdove tante volte i valori vengono ribaltati, ma l’Italia da qualche anno ha dimostrato di essere tra le squadre più forti. Anche nei tornei ti capita di giocare con avversari apparentemente più deboli, e anche lì devi gestire la tensione del match. Non credo che tutto ciò sia un problema per noi visto che questo gruppo è molto compatto, solido e competitivo su tutte le superfici, non dimentichiamoci che solo due anni fa siamo stati capaci di raggiungere la semifinale.

bolelli seppi In Davis contano anche altri fattori, ci vuole un po’ di fortuna con i sorteggi e magari puoi sfruttare l’assenza di qualche big. Guardate cos’è successo al Belgio l’anno scorso, che ha sempre giocato in casa. Sicuramente, quando tornerà anche Fognini, l’Italia sarà una squadra tosta e difficile per tutti. Valiamo molto e lo sappiamo”. Sul successo a Dubai, ottenuto in doppio con Bolelli, Seppi sottolinea: “una vittoria emozionante, era la mia prima in doppio e dunque resterà per sempre un grande ricordo. Una settimana perfetta, che è servita per ricaricare il morale, spero di portarmi dietro quella spinta anche in Davis. Vincere aiuta a vincere. Quanto alle prospettive, Fognini e Bolelli insieme hanno vinto uno Slam e hanno giocato un Masters, sono la coppia titolare, ma Simone ed io abbiamo dimostrato che si può contare su di noi“.