Martedi 6 Dicembre

Tennis, Maria Sharapova shock: “ho commesso un grande errore” [FOTO]

LaPresse/Reuters

Maria Sharapova ammette di aver fallito il test antidoping durante gli Australian Open

Svelato il mistero della conferenza stampa di Maria Sharapova. La tennista russa, che ha convocato una conferenza stampa speciale, ha ammesso di aver fallito il test antidoping agli Australian Open. “Ho compiuto un grande errore“, ha esordito la Sharapova nella conferenza stampa terminata pochi minuti fa.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Qualche giorno fa ho ricevuto dall’ITF una lettera che mi comunicava di aver fallito un test antidoping durante gli ultimi Australian Open. Il meldonium è un farmaco che prendevo da diversi anni sotto il controllo del mio medico e non era vietato, ma le regole dell’antidoping nel frattempo sono cambiate e io non lo sapevo. Ho commesso un errore e mi dispiace“, ha continuato la tennista. “Dopo aver ricevuto la lettera dall’ITF sono venuta a conoscenza che questa sostanza è diventata illegale“. Nessun annuncio di ritiro quindi, come in molti immaginavano. “Mi prendo la completa responsabilità di quanto è accadutoNon voglio chiudere così la mia carriera, spero che mi sia data un’ulteriore possibilità.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Metto sempre grande professionalità in tutto quello che faccio, giorno dopo giorno. Ho deluso i miei fan, ho deluso lo sport. Sto collaborando con l’ITF so che andrò incontro a delle conseguenze ma non voglio chiudere così la mia carriera, spero che mi venga data un’ulteriore possibilità di giocare. So che tutti pensavate che vi avevo convocato per annunciare il ritiro ma non l’avrei mai fatto in un albergo di Los Angeles né su questo orribile tappeto”. La sostanza in questione è il meldonium e la tennista russa ha spiegato di aver iniziato ad assumerla a causa di continui problemi fisici che hanno iniziato a perseguitarla nel 2006. Questa sostanza è entrata a far parte della lista di sostanze illegali dal primo gennaio 2016 e la Sharpova ha ammesso di non averla controllata.