Venerdi 9 Dicembre

Tennis, l’odissea di Emily Webley Smith: mille disavventure e la beffa finale [FOTO]

LaPresse / Adam Davy/PA Wire.

L’incredibile storia della tennista numero 440 al mondo, Emily Webley Smith: 36 ore di viaggio fra mille problemi e la beffa finale del match perso per 2 minuti di ritardo

emilywebleysmithLa storia accaduta alla tennista numero 440 del ranking mondiale, ha dell’incredibile. La Smith nel suo viaggio da Shangai a Tokyo ha affrontato mille peripezie a causa di scherzi del destino, piani contrari dell’universo o semplice sfortuna. La tennista ha lasciato l’hotel in Cina alle 11 del mattino di venerdì, arrivata all’aeroporto, solo dopo mezz’ora è riuscita a far capire agli addetti quale fosse la sua prenotazione che risultava inesistente. Le sono state date informazioni sbagliate in merito al ritiro dei bagagli e un solo biglietto invece che due. Il primo volo ha subito un ritardo di 1 ora e mezza, facendole perdere la coincidenza da Shangai a Tokyo. La compagnia Airline si è rifiutata di farle prenotare un altro volo e la tennista è rimasta oltre 3 ore alla reception a litigare in inglese, sloveno e giapponese con lo staff da lei poi definito “il più incompetente in materia di aerei su questo pianeta“. Il manager le ha fatto sapere di un aereo all’1 di notte, ma lo staff le ha vietato di prendere quel volo. La Smith si è dunque trasferita (gratis) in una bettola di Shangai con tanto di “riso+olio+cibo – di un giorno non specificato –  in barattolo” come cena.

Emily 2Digiuna e dopo la nottata infernale, l’aereo è alle 8 di mattina. Tre ore di volo, senza cibo e senza poter pranzare, l’arrivo fra la tempesta a Tokyo avviene alle 15. Borsoni pesantissimi alla mano, è iniziata la corsa per il taxi. Tre interminabili semafori rossi hanno rallentato il viaggio verso il campo da gioco. Di corsa in stazione, 2 treni e 2 coincidenze, mettendosi i vestiti per la partita nel treno numero 3. Il match era previsto per 18.15, la Smith è arrivata puntuale al parcheggio, ha raggiunto il campo di gioco alle 18.17, ha visto il giudice e l’arbitro e poi la beffa: il match è perso a tavolino per il ritardo di 2 minuti. La tennista è scoppiata in lacrime. A volte la vita è proprio infame.

 

That moment when: 1. You leave hotel in China 11am Friday after losing doubles at midnight the night before and searching 3 hours for a flight. 2. Your reservation isn’t in the system at Jinjiang airport and you fight 30mins for them to find it. 3. You are handed 1 boarding pass instead of 2 for the journey and told bags must be collected in Shanghai not Tokyo. 4. The 1st flight is delayed 1hr 30 mins on the runway, due to no idea. 5. You miss your connection from Shanghai to Tokyo despite tactics of little @dalila.jakupovic sprinting ahead while bags collected. 6. Airline refuses to rebook you on a flight. 7. You stand 3 hrs at the desk fighting with the most incompetent airline staff on this planet, with your team of @manaayukawa as p.a, @dalila.jakupovic as speedycheckerofallinformation and Tata as bodyguard and security. You try English reason, Slovenian toughness, Japanese politeness, big blue eyes, shout, swear, common sense, @staralliance gold. 8. You are told you can fly at 1am by manager but Tata has to go standby. 9. You are not told you can fly at 1am by muppet staff. 10. You are given shitty Shanghai free hotel and rice+oil+unidentified items on a tin. 11. You are told you have reservation on 8am flight to Tokyo. 12. You arrive 6am and do not have reservation to Tokyo. 13. You fight one hour with @manaayukawa as translator, @dalila.jakupovic as information reinforcer+Tata as bag guard. 14. You are given 4 seats on 8am. 15. You get on 8am flight and sit 3 hours on the runway with no food and no proper meal since yesterday breakfast. 16. The mechanical part arrives, is fixed and you land Tokyo at 3pm with a scary big thud onto the runway. 17. With @manaayukawa as tour guide you sprint with 3 bags each through 2 trains and 2 connections and 6 lifts and change into matchclothes in train number 3. 18. You sprint to taxi with racketbags, leave Tata as bodyguard and bag man in other taxi and have to stop at 3 red lights. 19. You arrive to carpark at 6.15pm, sprint to match courts+arrive 6.17pm+see referee. 20. 36hours 17mins after leaving China, you are 2 mins late for your first round qualifying match and you burst into tears.

Una foto pubblicata da Emily Webley-Smith (@emilywebleysmith) in data: