Sabato 3 Dicembre

Tennis, Jack Sock punta il dito contro il suo ex agente: “mi infastidisce di proposito”

Secondo il tennista statunitense Jack Sock, il suo ex agente, seduto fra il pubblico in ogni match, lo infastidirebbe di proposito

Davvero bizzarro quanto successo ieri a Indian Wells. Durante l’incontro perso in tre set contro Thiem, il tennista americano incappa in tre banali errori che gli costano il primo set. La situazione gli sfugge di mano, Sock si innervosisce e rimedia un warning dal giudice di sedia Layani, incapace di di mettere a freno l’ira dello statunitense. Il motivo di tale rabbia, si scoprirà nel dopo gara, è dovuto alla presenza dell’ex agente di Sock, colpevole a detta di quest’ultimo di infastidirlo battendo i piedi durante il turno i battuta. Secondo quanto rivelato da Sock, sarebbe un comportamento fastidioso che si ripete continuamente: “ogni settimana, ogni torneo, ogni partita“. La notizia è talmente singolare che da oggi in poi nei match di Sock si presterà attenzione anche al comportamento del pubblico. Anche i tennisti hanno i loro stalker!