Venerdi 9 Dicembre

Tennis, dopo la confessione ecco l’addio: la Nike abbandona Maria Sharapova

LaPresse/Reuters

Contro la Sharapova si scaglia anche l’ex collega Jennifer Capriati, che auspica l’annullamento di tutti i titoli vinti in carriera

Una confessione resa in mondovisione, voce commossa, occhi sbarrati e una macchia sulla coscienza difficile da lavar via. Maria Sharapova affronta le conseguenze di un gesto tanto sciocco quanto involontario, l’assunzione del Meldonium che aumenta la performance atletica getta nello sconforto la tennista russa che, adesso, rischia una lunga squalifica.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Intanto alcuni sponsor cominciano ad abbandonare la bella ‘Masha’, la prima azienda a prenderle le distanze è la Nike che, attraverso un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, ha esternato la propria volontà di risolvere il contratto di sponsorizzazione. “Siamo molto sorpresi e rattristati, abbiamo deciso di sospendere il nostro rapporto con Maria Sharapova fino a che la situazione non sarà chiarita” . Chi non le manda a dire alla Sharapova è l’ex numero uno del mondo Jennifer Capriati che, pur senza citare l’atleta russa, la attacca pesantemente: “quale sarebbe il motivo di prendere un farmaco se non si è malati? Io non ho mai avuto una equipe medica pagata a peso d’oro che studiasse il modo di aggirare le regole. Chi fa queste cose dovrebbe essere privato di tutti i titoli vinti in carriera”.