Lunedi 5 Dicembre

Tennis, Djokovic: “Moore politicamente scorretto, ma gli uomini dovrebbero guadagnare più delle donne”

LaPresse/Reuters

Novak Djokovic commenta le dichiarazioni di Moore e dice la sua sul prize money di ATP e WTA

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Nuova polemica nel tennis, dopo gli incontri truccati e il caso Sharapova, questa volta tengono banco le dichiarazioni sessiste di Raymond Moore. Il direttore di Indian Wells ha giudicato il tennis femminile inferiore e debitore di quello maschile. Novak Djokovic chiamato a commentare le dichiarazioni di Raymond Moore, ha fornito la sua opinione su una differenziazione del prize money tra ATP e WTA, dichiarando che gli uomini dovrebbero guadagnare di più: “le donne meritano rispetto e ammirazione per cosa fanno, capisco quanta energia e quanti avvocati hanno investito per avere uguale prize money, questo lo apprezzo. D’altro canto il nostro tennis maschile dovrebbe combattere per qualcosa in più perchè le statistiche mostrano che ci sono molti di più spettatori e più ascolti per i match maschili. Penso che sia una delle ragioni del perchè dovremmo essere premiati di più. Non possiamo lamentarci perchè abbiamo un grande prize money al momento, ma guardando le statistiche e chi vende più biglietti (il prize money) dovrebbe essere distribuito in modo giusto“.

Nonostante le dichiarazioni Djokovic non vuole apparire come sessista e dichiara il proprio rispetto per le colleghe e per le donne in generale: “ho tanto rispetto per cosa le donne fanno nello sport a livello globale. Devono superare cose che noi non dobbiamo superare. Devono sacrificare tempo alla famiglia e prendere decisioni da sole. Questo lo apprezzo. Ho avuto una coach donna (Jelena Gencic), sono circondato da donne. Ho una moglie e un figlio. Sono completamente a favore delle donne.” Sui commenti di Raymond Moore nello specifico ha infine detto: “non è politicalmente corretto. Forse un pò ha esagerato“.