Venerdi 9 Dicembre

Tennis: Boris Becker svela il segreto di Novak Djokovic

LaPresse/Xinhua

Boris Becker racconta Novak Djokovic: i suoi segreti, le sue qualità e i suoi obiettivi futuri

Novak Djokovic regala sempre grandi emozioni: il tennista serbo numero 1 del mondo dimostra giorno dopo giorno di meritarsi il primo posto mondiale.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il segreto di Novak Djokovic? Ha una serie infinita di motivazioni per puntare a vincere, non è la prima volta che vince prove dello Slam ma ogni anno riesce a far meglio. A molti tennisti con i successi passa la fame ma per lui è diverso. E’ un vero ‘street fighter’, nel senso migliore del termine: nessuno vorrebbe affrontarlo nell’uno contro uno quando è al top“, ha dichiarato il suo allenatore Boris Becker. Dunque è stato questo spirito da street fighter a farlo scendere in campo nei match del primo turno del World Group di Coppa Davis 2016 nonostante la forma di congiuntivite che la settimana scorsa lo ha costretto a ritirarsi dal torneo di Dubai.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Djokovic ha guadagnato, grazie al suo talento, alla sua classe, al suo coraggio e al suo carattere, una nomination come miglior sportivo dell’anno ai Laureus World Sports Awards: “ha già ricevuto questo riconoscimento lo scorso anno ed ora quest’altra grande annata: ha giocato 88 partite vincendone 82 portando a casa tre prove dello Slam oltre alla finale persa al Roland Garros. Pochi giocatori, per non dire nessuno, possono vantare un’annata del genere“,  ha spiegato Becker.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Come coach spero di avergli dato qualcosina di più rispetto a quanto già aveva prima di scegliermi come coach -prosegue l’ex tennista tedesco vincitore in carriera di 6 prove dello Slam nel singolare-. L’apice della stagione appena trascorsa? Battere Federer nella finale di Wimbledon ripetendosi agli Us Open. A New York è stata una vera e propia guerra, lo stadio stava dalla parte di Roger tranne qualche sparuto gruppo di serbi e il sottoscritto. Onestamente non so come abbia fatto“, ha aggiunto la guida del serbo.  Infine un commento sul futuro e sugli obiettivi: “il nostro obiettivo è giocare il meglio possibile anche quest’anno, vincere tornei e possibilmente prove dello Slam (al momento Djokovic è a quota 11 ndr). Non ho idea di quanto a lungo Novak voglia ancora giocare. E’ molto difficile vincere una prova dello Slam e per ottenere il record gliene mancano ancora diverse“, ha concluso Becker.