Venerdi 9 Dicembre

Sicurezza stradale: la pericolosa minaccia delle buche in città

La cattiva condizione in cui versano le strade delle nostre città mette a serio rischio la sicurezza stradale e l’incolumità delle persone

Un problema spesso sottovalutato, o trascurato, dalle amministrazioni comunali, ma molto sentito dagli “utenti della strada” (automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni) è la cattiva condizione in cui versano i manti stradali delle nostre città che si ripercuote in modo decisamente negativo sulla sicurezza stradale.incidente stradale

Questo serio ed annoso problema mette in pericolo la vita e l’incolumità dei cittadini, come dimostra un recente studio-sondaggio denominato “Gli italiani e la percezione della sicurezza stradale”, dove viene evidenziato che ben 6 italiani su 10, nell’ultimo anno, hanno rischiato di rimanere coinvolti in un incidente, inoltre questo problema rimane il secondo pericolo più avvertito dalla popolazione, subito dopo i furti nelle abitazioni, ma prima di aggressioni, scippi e rapine.

Ricordiamo che nel 2014 ci sono stati in Italia ben 177.031 incidenti che hanno causato 3.381 morti e 251.147 feriti. Molti di questi incidenti stradali sono da imputare alle cattive condizioni in cui versano le strade urbane, se infatti lo stato della segnaletica, quello semafori e dell’ illuminazione delle strade viene giudicato piuttosto soddisfacente, la condizione del manto stradale viene giudicata dalla maggior parte degli intervistati decisamente negativa.incidenti stradali

Come risulta possibile che le strade che percorriamo abitualmente, compresi molti tratti centrali di città importanti, versino in condizioni così critiche ? Il problema è da ricercare sicuramente nella scarso controllo delle condizioni dell’asfalto e nella lentezza del loro ripristino. Inoltre, spesso e volentieri, il problema si trova a monte, cioè nella cattiva realizzazione delle strade stesse, realizzate di frequente con approssimazione, utilizzando materiali di scarsa qualità che ovviamente si deteriorano prima del tempo.

Come se non bastasse, le priorità dei comuni che rivolgono alla sicurezza stradale e più in generale alla viabilità sono di tutt’altra natura: le amministrazioni tendono infatti a focalizzare la propria attenzione alla regolamentazione dei parcheggi (41%), al ripristino dei semafori non funzionanti (30%) e alla realizzazione di aree pedonali e ZTL (29%).

L’unica soluzione è cercare di sensibilizzare il più possibile l’opinione pubblica verso questo problema, spingendo in questo modo i consigli comunali ad aumentare la manutenzione delle strade e a realizzare delle infrastrutture in grado di garantire la massima sicurezza ai suoi fruitori.