Venerdi 2 Dicembre

Sicurezza Europei, Hollande avvisa: “rispettate le nostre regole, zero compromessi”

LaPresse

Dopo gli ultimi attentati terroristici in Belgio, aumenta il timore di attacchi durante Euro 2016: ma il presidente francese Hollande detta le condizioni

“La sicurezza sara’ massima, e’ un dovere per lo Stato nei confronti di tutti coloro che hanno scelto di venire in Francia nel giugno prossimo, sul rispetto delle regole non scendiamo mai a compromessi“. Franèois Hollande, presidente della Francia, prova a fornire ampie rassicurazioni in vista di Euro2016. “Fra 73 giorni comincera’ il torneo, ospiteremo 7 milioni di persone: due milioni e mezzo di loro assisteranno a 51 partite in dieci stadi e in cinque milioni vivranno gli Europei in modo diverso, soprattutto nelle citta’ ospitanti: dovremo fare in modo che tutto si svolga in un clima di sicurezza, con un alto livello di vigilanza”.

Nonostante i timori di nuovi attacchi dopo quelli di Parigi nello scorso novembre e i piu’ recenti di Bruxelles, Hollande ha sottolineato che “mai la possibilita’ di rinviare o cancellare il torneo puo’ essere la risposta giusta all’odio, alle divisioni, all’orrore o alla paura“. La Francia, pero’, si aspetta collaborazione da chi si rechera’ nel Paese per l’appuntamento continentale: “chi arrivera’, sara’ il benvenuto ma dovra’ accettare le nostre regole sulla sicurezza. E i sindaci dovranno, a questo riguardo, seguire le istruzioni che verranno fornite loro”.