Martedi 6 Dicembre

Salone di Ginevra: Abarth 124 Spider, quanta sportività [FOTO e VIDEO]

Abarth incattivisce la nuova 124 dandole più carattere e un aspetto irresistibile

Anche Abarth, all’apertura del salone svizzero, ha deciso di fare sul serio. La nuova Abarth 124 Spider è già una delle grandi protagoniste all’evento più atteso dell’anno per il mondo automobilistico. Questa variante più sportiva della 124 Spider è un importante passo avanti per l’automobilismo italiano che negli ultimi vent’anni anni ha perso carattere e sportività. La carrozzeria dell’auto è semplicemente fantastica.

Abarth 124 spiderIl muso, il cofano nero opaco e le calotte degli specchietti rosse la rendono un auto da “temere”, i cerchi e lo scarico sportivo Record Monza con valvola Dual Mode le danno un ulteriore tocco sportivo. Gli interni sono tipicamente sportivi ed accoglienti, con alcantara e pelle un po’ dappertutto, come ci si aspetterebbe da un Abarth: plancia, volante e sedili sono ben studiati e invogliano a sedersi alla guida di questa roadster dalle prestazioni entusiasmanti. Infatti, la 124 Spider è dotata di un 1.4 Turbo Multiair da 170 CV e 250 Nm che, grazie al peso contenuto di soli 1060 kg, consente di avere un rapporto peso/potenza di 6,2 kg/cv. La nuova Abarth accelera da 0 a 100 Km/h in 6,8 secondi e raggiunge la velocità massima di 232 km/h. I clienti potranno scegliere tra un cambio automatico Sequenziale Sportivo Essesse sei marce con paddle al volante e un cambio manuale. Tramite il Drive Mode Selector si potranno scegliere due modalità di guida: Normal e Sport, che cambiano l’erogazione della coppia, sulla risposta dell’acceleratore, sul servosterzo, sullo scarico, sulle velocità di cambiata del cambio automatico e sulla gestione del controllo di trazione e stabilità. Chiunque volesse portarla in pista per potersi divertire in tutta tranquillità, potrà disattivare tutti i controlli. I tecnici Abarth hanno anche lavorato sull’assetto dell’auto per offrire il massimo piacere di guida al pilota. La piattaforma è la stessa condivisa con la Mazda MX-5, ma con i nuovi ammortizzatori Bilstein, barre antirollio maggiorate e una taratura specifica del servosterzo, i tecnici, sono riusciti a migliorarla ulteriormente. L’impianto frenante sportivo con pinze anteriori a quattro pistoncini è stato fornito da Brembo. Il differenziale autobloccante e la trazione posteriore promettono grandi traversi e percorrenze di curva emozionanti.  La roadster italiana sarà venduta in Europa a partire da settembre al prezzo di 40.000 euro.