Domenica 26 Marzo

Salone di Ginevra 2016: Ferrari presenta la nuova GTC4Lusso [FOTO e VIDEO]

LaPresse/Reuters

La casa di Maranello svela l’erede della Ferrari FF, la GTC4Lusso. Il termine restyling è un abito che sta troppo stretto alla neonata

Grande fermento allo stand Ferrari per la presentazione del nuovo modello del cavallino rampante, la GTC4Lusso. Il nome già dice tutto, proprio perché il lusso di quest’auto è inequivocabile. Basta uno sguardo veloce agli interni per rendersi subito conto che questo nuovo modello, che in sostanza è andato a sostituire la Ferrari FF, integra tecnologia, raffinatezza e dovizia di dettagli, anni luce avanti rispetto ai nostri tempi.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La qualità delle finiture e i materiali utilizzati seguono gli altissimi standard ai quali la casa di Maranello ci ha ormai abituato. Stupefacente è la tridimensionalità degli elementi e dei vari piani della plancia. Le bocchette di aerazione centrali che sottendono lo schermo del sistema infotelematico sono una scelta ben riuscita. Esteriormente invece la Ferrari GTC4Lusso si presenta in una veste ancora più sportiva rispetto alla sua erede naturale, infatti tutti ciò si evince osservando la fiancata, dove le linee stilistiche sono più marcate e gli elementi aerodinamici sono ancora più in risalto.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ammirando il frontale, lo sviluppo più orizzontale di gruppi ottici e calandra fa apparire l’auto “piantata a terra”. Inoltre c’è un ritorno molto gradito da parte della casa del cavallino rampante e riguarda i gruppi ottici posteriori caratterizzati da doppi elementi circolari. La configurazione hardware della neonata di casa Ferrari consiste nella scelta di utilizzare un motore V12 6.3 da 690 cavalli a 8000 rpm e 697 Nm di coppia motrice a 5750 giri/min.

Dati di tutto rispetto che permettono alla Ferrari GTC4Lusso di raggiungere i 100 km/h da fermo in 3.4 secondi e di spingerla ad una velocità massima di 335 km/h. A completare la dotazione tecnica è presente un’asse posteriore sterzante applicato alla trasmissione integrale dell’auto, in grado di renderla più efficace, agile e maneggevole.