Sabato 10 Dicembre

Ryan Giggs 25 anni dopo: ripercorriamo le gesta di una leggendaria carriera

Esattamente 25 anni fa iniziava la gloriosa carriera di Ryan Giggs, campione gallese del Manchester United che ha lasciato un segno indelebile nella storia del calcio mondiale

Giggs da giovaneÈ il 2 marzo 1991, esattamente 25 anni fa, all’Old Trafford si gioca Manchester United – Everton.  Giornata uggiosa più del solito in quel di Manchester, i padroni di casa sono sotto 0-2 e Dennis Irwin si fa male. Si scalda un giovanotto diventato professionista pochi mesi prima. Avviene la sostituzione, entra in campo un esordiente gallese, il suo nome è Ryan Giggs. Nessuno in quello stadio avrebbe potuto immaginare che quel ragazzo, avrebbe scritto la storia dei Red Devils fino ai giorni nostri, diventando una leggenda vivente del club.

Giggs PremierCirca 8 mesi dopo l’esordio in campionato per il nativo di Cardiff, avviene quello con la maglia della nazionale gallese, subentrando dalla panchina nel match contro la Germania. Fino al 1998 è stato il più giovane esordiente per il Galles. Nel 1992 vince la FA Youth Cup nella squadra denominata “La classe del 92” in cui militavano futuri campioni come Gary Neville e David Beckham. La stagione successiva, solleva il primo dei suoi 34 trofei con i Red Devils, la Coppa d’Inghilterra, a cui è succeduto il primo scudetto un anno più tardi. Nel biennio 92-93 è stato il primo giocatore a vincere per due anni di fila, il premio come giovane dell’anno in Premier, prodezza ripetuta solo da Fowler e Rooney. Il Liverpool è la squadra più affrontata da Giggs in carriera, ben 38 volte, una delle quali è stata decisiva per la vittoria della FA Cup del 1996, stagione in cui è arrivato il double con lo scudetto.

Giggs champions bacioTre anni dopo lo United centra il suo primo e unico triplete. Cavalcata nella quale Ryan Giggs è protagonista di uno splendido gol in semifinale di FA Cup contro l’Arsenal dopo una corsa a perdifiato. A seguire la vittoria della Champions, nell’assurda finale di Barcellona, con i due gol rifilati dallo United in rimonta, nei minuti di recupero al Bayern Monaco. Nel 2006, lascia la nazionale gallese dopo 64 presenze, concentrandosi solo sul club. Nel 2008 ha sollevato la Champions League per la seconda volta, dopo aver battuto il Chelsea in finale, segnando il penalty decisivo nella lotteria dei rigori finali. Nello stesso anno è arrivata la prima Coppa del Mondo per club Fifa. Nel 2009 e nel 2011 soffre per mano di un Barcellona stellare che batte in finale di Champions il suo United per due volte in 3 anni. Un gol contro il Benfica pochi mesi dopo lo ha visto battere il record come il più vecchio giocatore ad aver segnato nella storia della Champions League, a 37 anni e 289 giorni, un traguardo che ora appartiene a Francesco Totti, che era più vecchio di 135 giorni al momento del gol.

Giggs allenatoreNonostante non abbia mai vinto nulla con il Galles, è stato il capitano della Gran Bretagna alle Olimpiadi di Londra 2012, diventando il più vecchio marcatore e giocatore di movimento nella storia del calcio olimpico maschile. È inoltre l’unico ad aver segnato in 21 stagioni consecutive in Premier League. Con le dimissioni di Ferguson nel 2013, Giggs è stato nominato assistente del nuovo arrivato David Moyes, assumendo il ruolo di giocatore/allenatore. Nello stesso anno diventa uno dei soli quattro giocatori di movimento a superare la barriera dei 40 anni nella massima serie inglese durante la sua carriera, unendosi a Teddy Sheringham, Gordon Strachan e Kevin Phillips. Dopo l’esonero di Moyes, dopo soli otto mesi, Giggs diventa traghettatore per le ultime quattro partite della stagione 2013/14, raccogliendo due vittorie, un pareggio e una sconfitta. Durante la penultima partita di quell’anno, Giggs si è auto mandato in campo nell’ultima apparizione in casa dello United in stagione, in modo da salutare il proprio pubblico per l’ultimo match della sua carriera, conclusasi con 632 presenze in campionato e un totale di 963 in tutte le competizioni con i Red Devils. Al giorno d’oggi Giggs ricopre il ruolo di vice allenatore dello United al fianco di Louis Van Gaal.

Con 13 scudetti, 4 Coppe di lega, 4 Coppe d’Inghilterra, 10 Community Shield, 2 Champions League, 1 Supercoppa Uefa, 1 Coppa delle coppe e 2 Coppe intercontinentale/Mondiali per club vinti, Ryan Giggs ha lasciato un segno indelebile nella storia del calcio come nei cuori di ogni tifoso del Manchester e in quelli di ogni appassionato di calcio del mondo.