Domenica 4 Dicembre

Rugby, Sergio Parisse deluso: “è difficile trovare le parole dopo una sconfitta del genere”

LaPresse/Alfredo Falcone

Il capitano dell’Italrugby esprime tutta la sua amarezza dopo la batosta subita dalla Nazionale azzurra in Irlanda

Sconfitta pesante e senza scusanti quella maturata per l’Italrugby nella penultima giornata del Sei Nazioni contro l’Irlanda. Un’involuzione vera e propria che ha messo a nudo tutti i limiti di una Nazionale che attende con ansia un ricambio generazionale.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Molto amareggiato capitan Parisse che commenta con estrema lucidità la batosta subita in Irlanda: “è difficile trovare le parole giuste dopo una sconfitta del genere, i ragazzi che sono entrati ci hanno hanno dato una spinta nonostante il risultato. Avevo detto che se avessimo lasciato giocare l’Irlanda con tranquillità e senza pressione, sarebbe stata durissima, e quando la testa in certi momenti molla, molla anche il fisico. Un’involuzione? Si, se si vede il risultato spiega a DMax il capitano azzurro. “C’è un cambio generazionale, sono tanti i ragazzi che muovono i loro primi passi: non è una scusa o un alibi, sono convinto che tantissimi stanno imparando prima in questo Sei Nazioni che in due o tre stagioni in Italia. Questa è la realtà, bisogna restare positivi e aiutare questi ragazzi a crescere per il futuro. Bisogna lavorare di più, senza accontentarsi di giocare in franchigie importanti o in Nazionale. C’è da capire – conclude Parisse – che si può sempre migliorare e come movimento dobbiamo renderci conto che bisogna cambiare strada e vedere se le cose finora fatte ci hanno dato risultati o no“.