Sabato 3 Dicembre

Rugby, Brunel e Parisse in coro: “con il Galles abbiamo commesso troppi errori”

LaPresse/PA

Il ct e il capitano della Nazionale Italiana di rugby commentano la sconfitta subita contro il Galles al 6 Nazioni

Sconfitta e cucchiaio di legno nell’RBS 6 Nations 2016, davvero un brutto modo per Jacques Brunel di chiudere la propria carriera sulla panchina della Nazionale Italiana di rugby. Il Galles non fa sconti agli azzurri, relegandoli all’ultimo posto della classifica al termine di un torneo che ha regalato tante delusioni.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Non c’è una sola causa dietro la sconfitta di oggi, ma sicuramente abbiamo commesso troppi errori individuali che avremmo dovuto evitare. La prima meta gallese è forse stata viziata da un’interpretazione errata dell’arbitro, ma la verità è che oggi abbiamo fatto molta fatica a giocare contro un grande Galles. Siamo arrivati in fondo a questa campagna stanchi, ma oggi lo spirito è stato diverso da quello di Dublino, non è mai venuta meno la voglia di lottare e di questo ringrazio il gruppo” ha dichiarato il ct azzurro nella sala stampa del Principality Stadium. “In questo Torneo abbiamo lanciato numerosi giocatori e più in generale, durante la mia gestione, c’è stato un ricambio generazionale: spero che partite come queste servano ai giovani per capire cosa è necessario per competere a questo livello e che possano maturare velocemente per diventare l’ossatura dell’Italia in futuro”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il capitano Sergio Parisse: “siamo stati sotto pressione per quasi tutto il match, commettendo troppi errori nell’uno contro uno e due mete in prima fase, inaccettabile a questo livello. I play-out o la retrocessione nel 6 Nazioni? Se li introdurranno li giocheremo, ma oggi nessun’altra squadra, e lo dico col massimo rispetto per Georgia o Romania, merita di giocare in questo Torneo al nostro posto. Ci siamo guadagnati il rispetto  degli avversari negli anni e con i risultati, battendo Galles, Scozia, Irlanda e Francia. Siamo qui per i risultati che abbiamo ottenuto sul campo”.