Domenica 4 Dicembre

Roma, pugno duro Spalletti: “chi non vuole migliorarsi e confrontarsi vada via”

LaPresse/Alfredo Falcone

Luciano Spalletti torna ad scuotere la squadra alla vigilia della sfida con la Fiorentina: parole importanti quelle dell’allenatore giallorosso

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Attacco frontale. Dopo il caso Francesco Totti e il parziale dietrofont da parte della società giallorossa, James Pallotta in primis, Luciano Spalletti alza nuovamente la voce. E lo fa in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Fiorentina: “A Roma si può lavorare bene, io voglio dire la mia perché sono responsabile del lavoro che faccio. Qui le cose si sanno fare e quelli che non hanno idee, quelli che non vogliono migliorarsi e hanno paura di confrontarsi devono andare via. Io per primo. L’ambiente di Roma è l’ambiente ideale per lavorare. Purtroppo nella vita – le parole di Spalletti riportate da CalcioMercato.com –  ci sono persone che non fanno e che si accodano a quelli che fanno. Queste persone tengono l’ambiente a un livello basso così si possono intrufolare. Qui le cose si sanno fare e quelli che non hanno idee, quelli che non vogliono migliorarsi e hanno paura di confrontarsi devono andare via. Io per primo. Io ci sono tornato, potevo anche stare fermo. Sono stato fortunato, posso scegliere quello che fare, sono padrone del mio tempo. Se sono tornato è perché sono contento di lavorare qui e perché si può fare bene. Se uno ha possibilità 10 deve rendere 12, deve cercare di toccare le stelle. Finora abbiamo fatto un capolavoro”.