Giovedi 8 Dicembre

Ranieri, no alla Nazionale: “voglio restare altri sette anni al Leicester”

LaPresse/Reuters

Tra i candidati principali alla successione di Antonio Conte, Claudio Ranieri chiude le porte all’azzurro: “spero che il Leicester mi faccia un contratto di altri sei-sette anni”

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Nazionale? No, grazie. Non è andata proprio così, ma quasi. Perché dopo l’annuncio dell’addio di Antonio Conte alla panchina della Nazionale azzurra subito dopo il prossimo campionato Europeo, il nome di Claudio Ranieri è stato fin da subito tra i più in voga per succedere all’attuale Commissario tecnico della Nazionale. Ma a chiudere le porte di un possibile futuro azzurro, ci ha pensato lo stesso Ranieri: “Il mio desiderio per il futuro è che qui mi facciano un contratto di 6-7 anni, così potrò finire la mia carriera in questa squadra. Ciò che stiamo facendo è incredibile soprattutto perché è nell’epoca in cui il denaro nel calcio fa la differenza e noi semplicemente abbiamo approfittato delle difficoltà dei grandi club, molto sottotono in questa stagione”, le parole dell’allenatore del Leicester rilasciate nel corso di un’intervista a Marca.

Paul Harding/Lapresse

Paul Harding/Lapresse

Ranieri ha poi analizzato la fantastica stagione della sua squadra: “Probabilmente Ciò che stiamo facendo noi in Liga non sarebbe potuto accadere perché le grandi squadre sono davvero troppo superiori alle piccole, ma se devo dirla tutta questo Leicester assomiglia un po’ al mio Valencia per la filosofia di gioco e per i tanti giovani presenti in rosa. L’unico mio merito è stato quello di aver messo i giocatori nel ruolo in cui pensavo potessero rendere al meglio e aver cambiato il sistema di gioco rispetto all’anno passato”.