Lunedi 5 Dicembre

Raiola racconta Ibrahimovic: “è disumano, migliora con gli anni. Il segreto? La caccia estrema. Sul futuro…”

LaPresse/Reuters

Sale la febbre da Zlatan Ibrahimovic: l’attaccante svedese, in scadenza di contratto a giugno, fa a gola in tutti i continenti. Mino Raiola, il suo agente, svela alcuni retroscena

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Febbre da Zlatan Ibrahimovic. Influenza contagiosa e fuori stagione, effetti collaterali pochi e tutti ben chiari anche senza leggere le controindicazioni. “Con il fisico e la testa che ha, gliel’ho detto, può giocare per altri cinque anni. Ha un’energia incredibile, migliora col tempo. E quando può va a fare pure caccia estrema. E’ disumano, nel senso che fa cose che gli umani neanche s’immaginano”, racconta il suo agente Mino Raiola nel corso di una lunga intervista rilasciata quest’oggi alla Gazzetta dello Sport.

Ibrahimovic che a giugno si libera a parametro zero, telefono di Raiola sempre più bollente: “è arrivata un’offerta dalla Cina davvero molto grossa, ma non dico la cifra. Ho in mano offerte da tutti i continenti. E’ presto, però, per un quadro chiaro. Il PSG? Stanno facendo di tutto per convincerci a rinnovare. Parigi resta un’opzione. Anche per restare all’altezza della torre Eiffel. La Premier? Se si eccettua il Manchester City, dove c’è Guardiola, tutte le big hanno bussato alla porta”,

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Immancabili le chiamate con il prefisso italiano… “Tutte le big, nessuna esclusa. Anche il Napoli, ma lì sono solo bravi a fare i film. Si è fatta avanti anche l’Inter, ma non ci sono ben chiari i programmi di Thohir. Il Milan? Beh, da quelle parti sono più bravi a venderli i film. Scherzi a parte, credo che bastino 3-4 rinforzi per rendere competitiva la rosa rossonera”.