Martedi 6 Dicembre

Petr Cech: l’uomo dal caschetto

LaPresse/PA

Petr Cech e l’incidente che lo ha reso unico

Lui il suo caschetto in testa se lo porta ben stretto. Ormai da tempo. Da quel 14 ottobre 2006, quando nel corso del match Reading – Chelsea, si scontrò con Stephen Hunt, riportando una frattura al cranio che per poco non gli costò la vita. Petr dovette abbandonare i pali per un po’. Tornò in campo nel gennaio del 2007. Con in testa quel caschetto che oggi lo rende unico. Una specie di rugbista prestato al calcio. Cech, ceco, classe 1982, difende oggi la porta dei Gunners, con talento e orgoglio. E a 33 anni può serenamente dire di essere stato il migliore acquisto dell’Arsenal degli ultimi anni. Petr Cech, l’uomo dal caschetto in testa, allampanato quanto basta per essere un vero portiere, pazzo quanto basta per essere un bravo portiere, coraggioso quanto basta per essere un vero numero 1!