Venerdi 9 Dicembre

Pattinaggio su ghiaccio: il Meldonium colpisce ancora, sospesa l’olimpionica Bobrova

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

L’atleta russa, campionessa olimpica a Sochi 2014, non potrà partecipare ai Mondiali di Boston per essere risultata positiva ai test antidoping

Dopo Maria Sharapova, il Meldonium colpisce ancora. A farne le spese, questa volta, è la campionessa olimpica di pattinaggio su ghiaccio Ekaterina Bobrova, risultata positiva ai test antidoping per aver assunto questa sostanza, vietata dalla Wada a partire dal primo gennaio 2016 perché migliora il metabolismo e l’approvvigionamento energetico dei tessuti.
LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

La pattinatrice russa è stata dunque esclusa dai prossimi Mondiali di Boston, insieme al compagno Dmitri Soloviev, a causa di una leggerezza imperdonabile che non è passata inosservata agli occhi della Federazione, intervenuta prontamente per fermare gli olimpionici. “Purtroppo non possiamo partecipare ai campionati del mondo – ha detto la Bobrova – la Federazione Russa ha recentemente ricevuto una lettera da parte della federazione internazionale in cui si dice che un test effettuato dopo i campionati europei ha evidenziato tracce di Meldonium“. A sostituirli saranno Alexandra Stepanova e Ivan Bukin che avranno il difficile compito di non far rimpiangere due maestri della disciplina. Continuano dunque i guai per la Federazione Russa, costretta nuovamente a fare i conti con il doping dopo le pesantissime accuse che hanno coinvolto l’atletica. La situazione continua a precipitare, necessitano interventi mirati per evitare che si complichi irrimediabilmente.