Martedi 6 Dicembre

Omicidio Stradale, diventa reato grazie al si per la fiducia

Il DDL relativo all’ Omicidio Stradale ha ricevuto il si del Senato per la fiducia, arrivando così all’agognata approvazione

Dopo numerosi tira e molla e i relativi ritardi, finalmente l’ Omicidio stradale diventa legge. Il Senato ha approvato la fiducia sul disegno di legge grazie a 149 voti favorevoli, 3 contrari e 15 astenuti. Il Primo ministro , Matteo Renzi, esulta per questo importante traguardo raggiunto, dopo un lungo cammino durato ben 4 anno e che ha attraversato 4 differenti governi.incidente stradale

Il voto di fiducia è stato chiesto dopo che il senatore Lucio Malan (Fi) aveva ottenuto la verifica del numero legale, effettuata dal presidente di Palazzo Madama, Pietro Grasso, prima che iniziasse la discussione generale sul provvedimento. Con la fiducia si è ottenuta così l’approvazione della legge, scatenando ovviamente una forte polemica in aula.incidente agera (6)

Le Associazioni Lorenzo Guarnieri, ASAPS e Gabriele Borgogni, in una nota congiunta hanno commentato così l’ottimo risultato raggiunto: “Oggi mettiamo al bando i trionfi e ci limitiamo ad esprimere un più sobrio sentimento di viva soddisfazione per questa legge che rivoluziona totalmente il peso delle responsabilità a carico di quanti uccidono sulla strada dopo aver commesso alcune violazioni gravi, prime fra tutte gli abusi di alcol e droga. Finalmente si passa dalla certezza dell’impunità alla quasi certezza della sanzione penale, accompagnata da una revoca della patente che se non sarà ergastolo, sarà costituita comunque da un numero di anni (da 10 a 30) assolutamente dissuasivo”.

Con l’approvazione del reato di Omicidio Stradale, il Codice della Strada prevedrà una pena da 2 a 7 anni di prigione per chi provoca con colpa la morte di qualcuno violando le norme del Codice. La pena sale da 8 a 12 anni se si è sotto l’effetto di droghe o sostanze alcoliche. Viene introdotta anche una pena variabile da 5 a 10 anni se ci si trova in pesante violazione del Codice della Strada come l’eccesso di velocità, la guida contromano, il passaggio con il semaforo rosso, le inversioni nei pressi di un incrocio, di curve o sorpassi vicino le strisce pedonali. L’aumento della pena avviene anche se si circola senza aver conseguito la patente o assicurazione RCA, oppure se risultano scadute. Se si verifica un concorso di colpa viene ridotta della metà. Se le vittimi sono più di una si rischia il carcere fino a 18 anni. In caso di omissione di soccorso, la pena sale di un terzo a due terzi e non potrà essere inferiore ai 5 anni di reclusione.