Sabato 10 Dicembre

Nuova storia, solito epilogo: Balotelli e l’ultima (indigesta) soluzione

LaPresse/Gerardo Cafaro

Ai margini del Milan, bocciato dal Liverpool, scartato da Conte: la carriera di Balotelli potrebbe svoltare solo in un modo…

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Salvate il soldato Mario. Sempre se non sia già troppo tardi. Quella in rossonera era davvero l’ultima chance, nuovamente fallita senza attenuanti da Balotelli. Voluto da Galliani (e Raiola), ‘digerito’ da Mihajlovic, finito con il suo fare indolente ai margini del progetto Milan dopo un inizio che aveva fatto sperare. Macché niente da fare. Il solito Mario. In rossonero anche il suo mentore Galliani lo ha abbandonato (“da Mario ci aspettavamo di più”), per non parlare di Mihajlovic (“il suo problema è la testa”), ma per Balotelli la notizia più brutta è che il Liverpool non vuole assolutamente farlo rientrare in rosa nonostante il giocatore sia ancora sotto contratto con i Reds. Klopp infatti ha espressamente richiesto alla dirigenza di trovare una sistemazione a SuperMario: il Milan ha già fatto sapere di non voler

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

rinnovare il prestito, toccherà a Raiola trovare una nuova squadra. Ma non sarà facile, principalmente per due ragioni: la prima perché nessun top club sembra aver assolutamente voglia di puntare su Balotelli, la seconda perché lo stesso Mario non accetta decurtazioni di ingaggio. Una decisione che allontana anche l’ultima soluzione per un eventuale rilancio: quella di ripartire da una squadra minore, magari impegnata nella lotta salvezza. Stesso percorso (seppur in una fase diversa della carriera) di Giuseppe Rossi e tanti altri. Ma a Balotelli toccherà mettere mano la portafoglio: abbassarsi l’ingaggio e scegliere una piccola per ripartire. L’ultima, indigesta ma inevitabile, soluzione.