Martedi 6 Dicembre

Nazionale, la ricetta di Giaccherini: “Messi o Cristiano Ronaldo? No, il gruppo”

LaPresse/Anastasi Davide

L’esterno offensivo del Bologna Emanuele Giaccherini svela dal ritiro di Coverciano il segreto del gruppo azzurro guidato da Antonio Conte

“Ho avuto paura dopo la partita per il piede gonfio. Fortunatamente pero’ non era niente di grave, sono a disposizione“. Solo una botta per Emanuele Giaccherini che dopo la gara contro la Spagna aveva temuto di aver rimediato un infortunio piu’ serio. Non e’ cosi’ e l’esterno del Bologna sara’ a disposizione di Conte anche per la gara contro la Germania. “In questa Nazionale nessuno e’ indispensabile, tutti siamo importanti e ci mettiamo tutti a disposizione dell’allenatore. Con il mister ho un ottimo rapporto, mi ha voluto alla Juve con grande forza, per lui e’ stato importante che io sia riuscito a dimostrare che potevo stare nella Juve e anche qui in Nazionale mi ha sempre dato segnali importanti“, ha spiegato Giaccherini che condivide il pensiero espresso prima dallo stesso ct e poi da Graziano Pelle’, questa Italia “e’ una squadra. Il mister non e’ un semplice selezionatore, ama il campo e lavorare giorno per giorno per trasmettere il suo pensiero ai giocatori. Questa Nazionale prima di tutto deve essere una squadra, noi non abbiamo Messi o Cristiano Ronaldo, ma grandi giocatori che se si mettono a disposizione e ragionano da squadra possono esaltarsi. (ITALPRESS).