Domenica 4 Dicembre

Napoli, Sarri su Insigne: “rammaricato di non aver dedicato il gol al rapinatore”

LaPresse/Alfredo Falcone

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri analizza il pareggio della sua squadra e prova a sdrammatizzare la triste vicenda che ha visto nei giorni scorsi come protagonista Lorenzo Insigne

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Una sconfitta e due pareggi nelle ultime tre gare, il Napoli rallenta la corsa e la Juventus prova a piazzare la prima mini fuga in campionato. “Le distanze non sono invariate dalla Juve, ma non possiamo pensare di reggere il ritmo di questa Juve che su 51 punti ne ha fatti 49 nelle ultime 17, sono numeri impressionanti. Il fatto di essere a 3 punti dalla Juve testimonia che stiamo facendo bene. Non ci poniamo limiti, ma bisogna anche essere umili e considerare che lo scorso anno il Napoli ha chiuso a meno 24 dai bianconeri. Sarebbe presuntuoso dire “Adesso andiamo a prenderli”, chiaro che se loro sbagliano probabilmente ci trovano”, le parole di Maurizio Sarri ai microfoni di Sky Sport subito dopo la sfida pareggiata con la Fiorentina al Franchi.

L’allenatore del Napoli è comunque soddisfatto della prova della sua squadra: “In collaborazione con la Fiorentina abbiamo fatto uno spot per il calcio con due squadre che – afferma Sarri in conferenza stampa –  hanno sempre cercato di vincere. Io in panchina mi sono divertito, merito di una squadra molto forte come la Fiorentina. Io vado a casa contento, anche se non abbiamo vinto”. Infine, ai microfoni Rai, una battuta per sdrammatizzare la triste vicenda che ha visto protagonista nei giorni scorsi Lorenzo Insigne: “Era rammaricato per non aver dedicato il gol al suo rapinatore”