Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Dall’Igna non si nasconde: “Marquez e Lorenzo ci interessano”

LaPresse/Reuters

Il direttore generale di Ducati Corse apre le porte ad un possibile interessamento della scuderia di Borgo Panigale per i due piloti spagnoli in scadenza di contratto

Mentre il Gp di Losail è già in archivio e si staglia all’orizzonte già l’appuntamento in Argentina, in MotoGp continua ad impazzare il mercato piloti in virtù dei tanti contratti in scadenza il prossimo dicembre.

dall'igna La situazione più misteriosa è quella del campione del mondo Jorge Lorenzo, il quale pur avendo già ricevuto l’offerta di rinnovo della Yamaha continua a tergiversare, con la speranza di strappare un contratto a condizioni più vantaggiose. Oltre alla casa di Iwata, chi sembra essere interessato alle prestazioni del pilota spagnolo è la Ducati che, con il proprio direttore generale Gigi Dall’Igna, non chiude le porte ad improvvisi colpi di scena. “Lorenzo e Marquez interessano tutti. Presto prenderemo una decisione,  anche se… sono convinto di poter vincere con Iannone e Dovizioso” sottolinea l’ingegnere di Thiene alla Gazzetta dello Sport.

LaPresse/XinHua

LaPresse/XinHua

Sono sempre stato chiaro e ho detto che l’obiettivo è che i nostri due piloti vadano forte. Poi i contratti arriveranno“. Valentino Rossi è intervenuto sulla vicenda facendo capire che alla fine Lorenzo non accetterà la Ducati per mancanza di…’attributi’, Dall’Igna però sottolinea: “sono ragionamenti di Valentino. La Ducati ha fatto progressi tecnici e organizzativi, ora siamo pronti a fare qualcosa di bello. Far correre Petrucci si è rivelato più rischioso del previsto: “alla luce dei fatti sì. Purtroppo è difficile imporre qualcosa ai piloti. Abbiamo ascoltato i medici, ma se Danilo se la sentiva sarebbe stato sbagliato non farlo correre. Stoner? Fisicamente non è proprio in grado di affrontare una gara. E, quindi, neanche due consecutive. Ha ricominciato a girare su una MotoGP soltanto in Malesia dopo sei mesi che non saliva su una moto. Poi ha avuto anche dei problemi fisici, per cui gli manca ancora la forza.

LaPresse/Simone Rosa

LaPresse/Simone Rosa

Non aveva senso farlo correre. Ne abbiamo parlato e siamo arrivati al punto che non era il caso di affrontare una gara. Casey è un collaudatore e a me interessa che faccia le prove delle moto e dei nuovi componenti. Da metà stagione vedremo“.