Lunedi 5 Dicembre

Moto Gp, Marquez e Lorenzo: “non abbiamo fatto nulla di sbagliato”

LaPresse/EFE/Andreu Dalmau

Jorge Lorenzo e Marc Marquez non si preoccupano della tifoseria, i due spagnoli pensano solo a far divertire il pubblico

La stagione 2016 di Moto Gp è finalmente entrata nel vivo. Dopo la gara del Qatar, dove ha trionfato Jorge Lorenzo seguito da Andrea Dovizioso e Marc Marquez, i piloti si ritrovano adesso in Argentina per il secondo appuntamento dell’anno, che si prospetta ancora più appassionante ed emozionante del primo. Andrea Iannone ha voglia di riscatto dopo la caduta a Losail, Valentino Rossi vuole ripetersi e regalare la seconda gioia consecutiva a tutti i tifosi argentini che tanto lo amano mentre Lorenzo vuole confermarsi il più veloce. Il clima sembra rilassato in conferenza stampa. Nessun colpo di scena, nessuna frecciatina tra i piloti. Ai due piloti spagnoli Lorenzo e Marquez viene chiesto come si sentono in relazione agli schieramenti dei tifosi e gli accanimenti contro di loro dopo quanto accaduto lo scorso anno nel finale di stagione.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Io non ho per niente paura, se non esco dall’hotel è perchè mi sto allenando e mi sto rilassando per la gara. Penso che noi non abbiamo fatto nulla di male, ci siamo concentrati soltanto sull’andare molto veloce. Marc ha fatto il lavoro migliore che poteva fare nel 2015 e ora ha iniziato questa stagione come me per cercare di essere professionale, il migliore in pista e noi rischiamo la nostra vita, non facciamo niente di sbagliato“, ha spiegato il campione del mondo in carica.

LaPresse/XinHua

LaPresse/XinHua

Io sono arrivato ieri, avevo paura ieri per l’aeroplano perchè si è spento un motore, ma qui non ho paura. Da parte mia è qualcosa che per esempio nel calcio non mi piace, quindi non mi piace nemmeno in moto gp, soprattutto se è contro di me, per me non è importante se i tifosi sono gialli bianchi  o neri, la cosa più importnate per me è che tutti si sono divertiti“, ha aggiunto Marquez.