Lunedi 5 Dicembre

Moto Gp, le sensazioni di Stoner: Lorenzo “impressionante”, su Rossi e Marquez…

LaPresse/Simone Rosa

Casey Stoner analizza la situazione attuale dei piloti dopo l’ultima sessione di test invernali, in vista dell’esordio stagionale previsto per il 20 marzo in Qatar

La stagione 2016 di Moto Gp entra nel vivo: dopo la prima conferenza stampa dell’anno, durante la quale si sono presentati davanti ai giornalisti Jorge Lorenzo, Valentino Rossi, Marc Marquez, Dani Pedrosa, Andrea Iannone e Maverick Vinales, oggi, finalmente, i piloti torneranno in pista per le prime sessioni libere dell’anno. In vista della nuova stagione, in un’intervista a Fox Sports, Casey Stoner, testimonial e collaudatore ufficiale della Ducati, ha espresso le sue sensazioni su quello che si prospetta un incredibile Mondiale.

LaPresse/Efe

LaPresse/Efe

Non si può ignorare quanto emerso a Sepang, cioè l’evidente predominio di Jorge [Lorenzo]. Onestamente è stato impressionante”, ha dichiarato il pilota australiano. Lorenzo è stato “inarrivabile ogni volta che ha messo piede in pista e se qualcuno gli si è avvicinato, è solo perché dopo aver fatto 40 giri ha avuto bisogno di cambiare gomma, ma nel giro di pochi istanti è tornato in vantaggio”. Stoner commenta positivamente, senza però sbilanciarsi troppo, anche i testi del “Dottore“: “anche Valentino Rossi è apparso in buona forma nei test”, ha aggiunto.

marquez pedrosaNon è andata altrettanto bene per le Honda di Marquez e Pedrosa e Stoner, come tutti, se ne è accorto: Marquez “non è affatto a suo agio. Lo si capisce da come corre, e dall’espressione del suo volto. Impiegherà un po’ più di tempo per acquistare velocità”, ha infatti spiegato l’australiano.

Iannone-DallIgna-DoviziosoI due Andrea [Iannone e Dovizioso] lo scorso anno sono stati autori di un fantastico inizio di stagione, e Iannone ha concluso il campionato con un ottimo risultato. La speranza è che quest’anno si confermino e, con i cambiamenti apportati alla moto, siano ancora più competitivi”, ha aggiunto Stoner sui piloti del suo team, la Ducati. Troppo presto infine, per Stoner, fare un pronostico su chi vincerà il titolo e su chi se lo contenderà: “è davvero ancora troppo presto per dirlo. Tutti stanno ancora cercando di adattarsi al sistema elettronico Magneti Marelli e alle nuove gomme… insomma all’intero pacchetto. Credo che una volta disputate le prime due o tre gare, cominceremo a capire chi è capace di cosa”, ha concluso il collaudatore Ducati.