Sabato 3 Dicembre

Milan o Nazionale? Donadoni fa con calma: “mica scado, non sono uno yogurt!”

LaPresse/Anastasi Davide

Roberto Donadoni commenta con ironia le voci che lo vedono sempre più lontano dalla panchina del Bologna

LaPresse/Massimo Paolone

LaPresse/Massimo Paolone

L’ennesima ottima prestazione, nonostante il suo Bologna esca da San Siro con zero punti in mano. Roberto Donadoni è sicuramente uno degli allenatori rivelazione della stagione, da quando è subentrato a Delio Rossi la formazione rossoblù ha decisamente cambiato marcia. Organizzazione di gioco, coraggio, spunti tattici più che interessanti: occhi dell’Italia calcistica puntati proprio su quel signore brizzolato in panchina. Ed ecco che quello di Donadoni diventa uno dei nomi più corteggiati per la prossima stagione: Milan e… Nazionale in prima fila. “Mi fanno piacere tutte le attenzioni, quelle dei miei figli e dei miei familiari. C’è ancora un commissario tecnico e per correttezza è meglio parlare di altro. Dovremmo smetterla. Sto bene a Bologna, sono felice qui e continuo a lavorare in questo senso”, le parole di Donadoni a Premium Sport. Più ironico, invece, il commento che l’allenatore del Bologna ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport: “Non ci sono date per definire il mio futuro. Non ho la scadenza come uno yogurt”.