Mercoledi 7 Dicembre

Milan-Mr Bee, rottura ad un passo: avanzano altre due cordate, la situazione

LaPresse/Piero Cruciatti

Continua a tingersi sempre più di giallo la trattativa tra Mr Bee Taechaubol e Silvio Berlusconi per l’acquisto del 48% del Milan: altre due cordate avanzano, ecco chi sono

LaPresse/Leonardo Bianchi

LaPresse/Leonardo Bianchi

Nessuna sorpresa all’interno dell’uovo Pasquale, Mr Bee Taechaubol sembra essere sempre più lontano dal Milan. Una vicenda, quella che vede protagonista il broker thailandese, che sta assumendo sempre più contorni grotteschi. Da quasi due anni infatti si lavora per il passaggio del 48% delle quote societarie del Milan a una cordata da lui capeggiata a fronte di una cifra di 485 milioni di euro. Viaggi Cina-Italia, Fininvest sempre più irrigidita, Silvio Berlusconi che sembra aver perso la pazienza: “la scadenza è il prossimo maggio, a fine campionato. Se riuscirà a trovare i fondi bene, altrimenti ci sono altri soggetti interessati al Milan”. Parole che non giustificano l’ottimismo che filtra invece dall’entourage dello stesso Mr Bee.

E per molti il bluff è dietro l’angolo. “La Fininvest si vede quindi costretta ancora una volta a ribadire che, come più volte comunicato, parallelamente ai colloqui ancora in corso con mister Taechaboul è stato manifestato interesse per quote della società da parte di altri e autorevoli potenziali investitori e con alcuni di loro sono in corso contatti”, uno stralcio del comunicato di Fininvest pubblicato qualche giorno fa che non fa altro che alimentare nuovi dubbi sulla reale solidità economica di Mr Bee e della sua cordata.

Global Legends Series Media EventIn tutto questo il Milan lavora sotto traccia. Come svelato nei giorni scorsi  dall’esperto giornalista de ‘Il Sole 24 ore’ Marco Bellinazzo: “Ad oggi mister Bee non ha in mano offerte e garanzie per coprire i 480 milioni chiesti dalla controparte. E il silenzio sulle linee telefoniche dall’Oriente, un tempo infuocate, non lascia presagire nulla di buono. Ecco perché in Fininvest in queste settimane hanno portato avanti, in segreto, la trattativa con la cordata di investitori cinesi pronti a sostituirsi a Mister Bee: accordo che sarebbe anche in stato avanzato”.

Una cordata cinese (appoggiata dal governo) da una parte, il fondo americano Madison dall’altra: sarebbe queste due le nuove cordate che avanzano con sempre maggiore prepotenza (nonostante una valutazione inferiore del Brand Milan) nella corsa alle quote rossonere. Che, salvo clamorosi colpi di scena, al momento ha un solo sconfitto: Mr Bee Taechaubol, ormai veramente ad un passo dall’abbandonare la trattativa per acquisire le quote di minoranza del Milan.