Mercoledi 7 Dicembre

Lazio, una caduta che lascia il segno. Biglia: “siamo stati vergognosi”

LaPresse/ Marco Rosi

Lucas Biglia, centrocampista argentino della Lazio, alza la voce dopo la sconfitta contro lo Sparta Praga che è costata l’eliminazione dall’Europa League

Una disfatta inattesa visto il cammino europeo, una disfatta che potrebbe lasciare il segno. La Lazio esce distrutta dalla sfida dell’Olimpico contro lo Sparta Praga, uno 0-3 (all’andata fu 1-1) che estromette la squadra di Pioli dall’Europa League e alza un polverone all’interno della formazione biancoceleste. Ada alzare la voce subito dopo il match è Lucas Biglia, il centrocampista argentino infatti ha parlato così ai microfoni di Sky Sport subito dopo il triplice fischio arbitrale: “Una vergogna quella che abbiamo fatto, ci serva da esperienza. Il risultato dell’andata non ci dava nessun vantaggio, dovevamo fare qualcosa di più. Dovevamo essere squadra, ma non lo siamo stati. sapevamo che l’Europa era importante per noi, ma ora abbiamo una partita importantissima in campionato“. Parole durissime, segnale di un malessere presente da tempo ma che adesso sembra essere stato scoperchiato. E le ripercussioni potrebbe davvero essere moto gravi…